Ronaldo: il “mal di pancia” è quasi passato

Standard

di Marco Mottini

Sono triste ed in società lo sanno, per questo non esulto. Sono questioni professionali, non posso dire altro‘. Queste le parole che 10 giorni fa hanno fatto tremare i tifosi del Real, facendo scatenare i giornali ed anche qualche club, pronto ad iniziare a mettersi i soldi da parte per provare a portare il gioiello portoghese alla propria corte.

Le prime indiscrezioni parlavano di problemi contrattuali, con l’attaccante scontento di essere solo il decimo giocatore più pagato al mondo; ma proprio Ronaldo smorzò immediatamente queste voci sul proprio profilo Facebook: ‘Il fatto che mi senta triste e l’aver espresso questa tristezza ha creato un enorme scalpore. Io sono accusato di volere più soldi, ma un giorno verrà mostrato che non è questo il caso. A questo punto, voglio solo garantire per i tifosi del Real Madrid che la mia motivazione, dedizione, impegno e voglia di vincere in  tutte le competizioni non calerà. Ho troppo rispetto per me e per il Real Madrid voglio dare al club tutto quello che sono in grado dare. Un abbraccio a tutti i tifosi del Real‘.

Tifosi tranquillizzati, ma i malumori nella testa di Ronaldo rimangono.

In parte è vero che il problema principale non è a livello contrattuale, ma anzi il motivo è più istituzionale: durante la consegna dei premi Uefa avvenuta a Montecarlo, il calciatore si aspettava la presenza del Presidente Perez come accompagnatore, ma essendo impegnato in una riunione finanziaria ha mandato il terzo vicepresidente Pedro Lopez. Questa è la scintilla, confermata da più fonti, che ha fatto scattare il mal di pancia dell’attaccante.

A questo punto è sceso in campo Mourinho, provando a mediare ed a risolvere la situazione. ‘ Tu qui sarai sempre un giocatore importante, non ci sono dubbi e non devi averne. Qui sei molto apprezzato e devi sentirti amato perché hai tutto il nostro affetto e ti aiuteremo in tutto. Ti aspettiamo per ascoltarti e aiutarti.‘ Queste le parole, secondo il quotidiano spagnolo Marca, dette dal tecnico portoghese al suo pupillo, il quale sembra aver apprezzato, facendo un passo avanti verso la dirigenza, aspettando comunque questo famoso rinnovo del contratto.

In realtà la società madrilena aveva da tempo tra i suoi piani l’idea di alzare l’ingaggio del calciatore, anche grazie ai possibili ricavi della vendita di Kaka, ma la mancata cessione del brasiliano aveva bloccato qualunque idea.

Ora però Florentino Perez è entrato in prima persona nella questione, ritornando sui suoi passi e proponendo al calciatore un prolungamento ed adeguamento economico, provando a blindare il portoghese con un contratto a vita.

Un contratto a vita che nel calcio di oggi vale quanto un contratto a tempo indeterminato nel mondo reale, ma che sembra bastare all’attaccante per fargli passare i dolori alla pancia.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...