Ecco i segreti di Montella

Standard

 

di Michele D’Alessio

Ha impressionato col gioco del Catania la scorsa stagione. Quest’anno a Firenze sta già facendo vedere cose buone, martedì ha imbrigliato la Juventus al “Franchi”. Vincenzo Montella è il nuovo che avanza, si fa apprezzare per il suo gioco e per il suo comportamento impeccabile in panchina e davanti ai microfoni. Ma quali sono i suoi segreti?

Palle inattive – Ogni volta che la Viola batte una punizione o un corner, i giocatori si sparpagliano in area. Il regista di questa imprevedibile sistemazione è Giovanni Vio, collaboratore già ai tempi del Catania e autentico stratega delle palle da fermo, tanto che nello staff tecnico viola è qualificato come “preparatore delle palle inattive”. Ha anche scritto un libro sull’argomento, “Più 30%”, spiegando che con i suoi schemi la probabilità di fare gol aumenta. Ricordate quando in una partita del Catania un giocatore si abbassò i calzoncini per oscurare la visuale del portiere? Ecco, anche lì c’era lo zampino di Vio. Martedì sera Jovetic ha preso la traversa in uno schema pensato per fare gol su azione d’angolo, ma non solo, sulle punizioni dalla trequarti, ad esempio, spesso capita di vedere partire un giocatore chiaramente in fuorigioco, che poi al momento del calcio rientra, creando superiorità numerica e sfruttando la possibilità di fare blocchi.

Gli schemi del calcio a 5 – Montella ha voluto nel suo staff anche Simone Montanari. Il nome può non dire nulla, ma Montanari è noto per essere il “professore” del calcio a cinque. Il tecnico di Pomigliano d’Arco lo sfrutta per migliorare la circolazione del pallone. Sembra quasi una visione futuristica quella di Montella, ma, con l’ausilio di Montanari la Fiorentina riesce a creare serie di passaggi con pochi tocchi e a distanze ravvicinate, tipici del calcetto. A questo, va aggiunta la grande abilità tecnica degli interpreti del centrocampo, come Pizarro, Borja Valero, Romulo e Aquilani, che palla al piede rendono più facile e più rapida la fitta rete dei passaggi, che martedì sera ha messo in difficoltà persino il centrocampo della Juve.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...