Esclusiva Social Football, parla Simone Inzaghi: “Col Toro la Lazio avrebbe meritato di vincere. Nel calcio serve la moviola a bordo campo”

Standard

Quest’anno Mirko avrebbe giocato nella primavera

di Michele De Angelis

In questa giornata festiva la redazione di Social Football ha deciso di regalarvi una chicca. Siamo andati infatti a contattare per voi l’ex campione d’Italia Simone Inzaghi.

Domani, nel corso della trasmissione “L’Europa che conta” potrete sentire direttamente le sue parole. Intanto gustatevi questa anteprima.

Un saluto da parte della redazione di Social Football a Mister Simone Inzaghi.

Un saluto a tutti voi.

Partendo dal tuo presente volevamo sapere come procede il tuo lavoro da Mister?

Guarda, procede nel migliore dei modi, quest’anno ho preso un gruppo nuovo che sono i 96, gli allievi nazionali. Siamo partiti nei migliori dei modi, le prime sette di campionato le abbiamo vinte tutte quante, domenica abbiamo l’ottava col Crotone, speriamo di vincerla, meglio non potevo immaginare. L’anno scorso con i 95 era terminato il mio ciclo perché i 95 sono entrati in primavera, adesso ho preso questo nuovo gruppo che mi sta dando tante soddisfazioni.

Volevamo poi sapere come avevi vissuto a livello emotivo l’intitolazione del campo centrale di Formello a Mirko Fersini.

Penso che sia stata una bellissima cosa, organizzata dal presidente Lotito e dal DS Tare, il presidente lo aveva promesso. Mirko secondo me è stato un pezzo importante per quanto riguarda il settore giovanile della Lazio, avrebbe sicuramente fatto parte quest’anno della primavera, i ragazzi che tutt’ora sono nella primavera sono cresciuti con lui, quindi è giusto che sia ricordato ogni giorno. Qualsiasi persona andrà in quel campo, sia noi allenatori che i giocatori, ricorderanno Mirko.

Passando al presente della prima squadra, che idea ti sei fatto su quello che è accaduto a livello arbitrale a Firenze? Perché si è parlato poi quasi totalmente degli errori di Catania nonostante ci fossero stati più errori sul campo di Firenze?

Diciamo che senz’altro gli episodi in queste ultime giornate, soprattutto nella partita di Firenze, non hanno dato una mano alla Lazio, purtroppo. Però io penso che gli arbitri siano tutti in buonissima fede. Senz’altro a volte possono sbagliare come sbaglia un attaccante o un portiere. L’unica cosa che posso dire è che promuoverei  la moviola a bordo campo perché in tantissimi altri sport, tipo il tennis e il basket si usa, quindi non vedo perché non si possa usare nel calcio.

Non credi che la partita di Firenze sia stata falsata vista soprattutto la reazione della Lazio nel secondo tempo?

Come ti ho detto, gli arbitri ci sono, possono sbagliare anche loro, più che altro bisognerebbe mettere in condizione questi arbitri di non sbagliare aiutandoli, e la moviola sarebbe una buonissima cosa. Per quanto riguarda gli errori che ci sono nell’arco di una stagione, avendo giocato ad altissimi livelli, posso dire che gli episodi a favore e quelli contrari si equivalgono.

Dal punto di vista tattico ti piace questo 4-1-4-1 che sta adottando Mister Petkovic? Non credi che stia però diventando un po’ troppo prevedibile?

No, io penso che la Lazio stia facendo benissimo, a parte la battuta d’arresto di Napoli, a Firenze ci sono stati degli episodi negativi, con il Genoa senz’altro una sconfitta immeritata. La Lazio sta facendo benissimo, Petkovic ha dato una propria identità alla squadra che sta giocando bene. Il modulo  penso che sia quello più adatto perché solo il Mister, vedendo i giocatori tutti i giorni, può capire qual è il modulo giusto per la squadra.

Che voto daresti alla rosa biancoceleste per quello che ha fatto vedere fino ad ora, in una scala da uno a dieci?

Secondo me la rosa è da dieci e la squadra sta andando da dieci perché sta andando tutto benissimo e a parte la partita di Firenze e il pareggio col Torino, tanto di cappello a questa Lazio e all’allenatore.

Proprio sulla partita di ieri con il Torino, che partita hai visto? Cosa è stato sbagliato soprattutto nel primo tempo?

Il Torino è una squadra che va affrontata con le molle perché in trasferta, ho visto la partita del Torino, a Palermo doveva vincere, a Bergamo ha fatto cinque gol e ricordiamo l’Atalanta cosa poi riesce a fare in casa. Non è semplice giocare contro il Torino e la Lazio nel primo tempo è andata un po’ così così, il secondo avrebbe meritato anche di vincere però come ti ho detto prima non era facile perché il Torino è una squadra che in trasferta sa far male.

Queste le parole di quella che è stata e continua ad essere un’icona del popolo biancoceleste.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...