Punto Roma: buona reazione, adesso il vero esame

Standard

di Alberto Rossi

Finalmente i tifosi giallorossi hanno potuto assistere ad una prestazione convincente, e soprattutto vincente, della Roma tra le mura dell’Olimpico. Fino a ieri l’unica vittoria casalinga della squadra giallorossa era arrivata un mese fa contro l’Atalanta dopo 90 minuti che definirli di sofferenza sarebbe stato riduttivo. Contro il Palermo, probabilmente per la prima volta in questo campionato, gli uomini di Zeman hanno saputo comandare ed imporre il gioco per tutto l’incontro soffrendo veramente poco. Non era facile immaginare che la Roma avrebbe incontrato così poche difficoltà in difesa visto il delicatissimo momento che stava attraversando. Questa volta il gioco di Zeman si è visto in tutti i suoi lati positivi ed i risultati sono stati tangibili. Dall’altra parte, però, va detto che la caratura dell’avversario non si è rivelato un ostacolo tanto alto da dimostrarsi un test attendibile. Il Palermo, infatti, ha messo in luce tutti i suoi limiti di gioco ed è apparsa una squadra in seria difficoltà, capace di opporre all’avversario una resistenza quasi pari allo zero. Per questo il derby che ci sarà la prossima settimana diventerà, inevitabilmente, una gara cruciale per la stagione della Roma, per scoprire una volta per tutte la vera faccia di questa squadra.

Luci: l’unico reparto che non è mai stato messo in discussione dall’inizio del campionato (come prevedibile) è l’attacco e la partita di ieri è stata l’ennesima conferma di ciò. Sono andati a segno tutti e quattro gli attaccanti, compreso Destro che è riuscito a sbloccarsi. Positivo l’esordio da titolare tra i pali di Goicoechea e chissà che in futuro non potranno cambiare le gerarchie tra i portieri. Molto importante l’ottima prestazione di Ivan Piris che può dare morale al ragazzo, quello di cui aveva bisogno. Infine, dovrebbe essere una normalità ma, nel caso della Roma, è opportuno sottolineare come la squadra, una volta in vantaggio, sia finalmente riuscita a controllare agevolmente la partita.

Ombre: Mattia Destro è stato capace di comparire sia tra le luci che tra le ombre. Bene il gol, ma essendo già stato ammonito, poteva risparmiarsi la furbata di togliersi la maglietta durante l’esultanza che gli costerà la squalifica per il derby. Regola sicuramente discutibile ma, dal momento che esiste, va rispettata.

Quello che verrà: ovviamente il futuro della Roma in questa stagione dipenderà interamente dal derby. Una  partita che può rappresentare la svolta decisiva per il campionato e i giallorossi devono assolutamente cogliere questa occasione. In caso contrario si rischia di incassare l’ennesima, pesante, batosta che potrebbe affondare il morale dell’ambiente. Non c’è più tempo per rimandare i giudizi su Zeman e i giocatori. Il derby dovrà dire una volta per tutte se la Roma è la squadra capace di imporre un proprio gioco che la faccia lottare per  posizioni importanti oppure la squadra smarrita, vista in diverse occasioni,  incapace di reagire alle proprie fragilità difensive. La curva sud, prima dell’inizio della partita con il Palermo, attraverso uno striscione, ha fatto intendere senza mezze misure che la pazienza nei confronti della squadra risentirà moltissimo dell’esito di domenica…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...