Disdetta gol: il punto del Lunedì dell’Ispirato di Goal di Notte

Standard

di Luca Labricciosa

Il Napoli disperde in una brutta serata un doppio vantaggio che sembrava evidenziare tutta l’intrinseca fragilità del Milan.
I partenopei faticano forse troppo a trovare quella continuità di risultati che noi pensavamo potesse avere. Non sempre la mentalità riesce a supplire a prestazioni un po’ carenti, spesso la condizione non è al top e i biancazzurri non sembrano riuscire a sopperire con un tasso tecnico che è sì buono, ma non elevatissimo.
Manca questo, manca quello, questa squadra non può fare a meno di Cavani, Lavezzi ha lasciato un vuoto incolmabile, la qualità tecnica non è così elevata, servono i grandi giocatori, Aronica non può giocare a calcio, Inler non è un regista o comunque non è Pirlo, l’organico non è all’altezza, Edù Vargas è un pippa, Mazzarri ha rotto con la società, etc. etc… questo è tutto quello che potremmo dire sul Napoli, ma che preferiamo lasciar dire ad altri che sanno sempre il perchè e il per come le cose non vanno, anche se non l’avevano affatto previste.
Sì, può essere tutto vero, ma anche no. Qualcosina il Napoli se l’è oggettivamente persa per strada: i due punti smarriti contro il Toro all’ultimo secondo e la sconfitta contro la Juve hanno fatto malissimo agli uomini di Mazzarri e anche farsi recuperare due gol in casa da questo Milan può essere davvero deleterio, ma questa squadra ha spesso dimostrato di saper risorgere dalle proprie ceneri, chissà se l’indistruttibilità di Cavani, la mentalità superiore o altri inimagginabili fattori faranno il resto…

Chi invece raggiunge il Napoli, potendo confidare in primis sulla forza di chi non ha niente da perdere, è la magnificatissima Fiorentina di Montella. Montella piace a noi e piace a tutti, sta facendo cose egregie riuscendo a far leva su un ottimo materiale umano, ma andando anche oltre: l’eroe della settimana scorsa è stato El Hamdaoui, questa settimana ha segnato Toni, contro la Lazio un meraviglioso gol era arrivato da Ljaijc, la Fiore non avrà un grande centravanti, eppure là davanti contribuiscono un po’ tutti a far svettare i viola.. merito di un aeroplanino che si rende ben conto di quanto sia importante per i suoi volare basso per rimanere in alto. Le prodezze del bistrattatissimo Aquilani hanno tutti i connotati della ciliegina sulla torta.

La Lazio stecca nuovamente la prova di maturità non sfiorando mai quel “colpaccio” invocato da Petko, ma riuscendo almeno ad evitare che le si ritorcesse tra capo e collo, splendido come al solito (tranne che nel derby) Marchetti.
Il Chelsea di Di Matteo, intanto, cade contro il West Brom, ex squadra del tecnico in italiano, complice un ampio turn over.. qualcosa ci dice che Martedì non sarà affatto facile per i bianconeri.

L’Inter è stata defraudata dalla sfida con la Juve in poi? Ma Calciopoli non aveva risulto tutto? Ma le Inter di Mou e di Mancini, alle quali non difettò certo la fortuna arbitrale, hanno vinto campionati regolari? E il Cagliari non ha fatto una buonissima partita meritando il pareggio e mostrando uno splendido Sau? E finchè l’Inter vinceva anche il derby con grande fortuna arbitrale, il campionato non era forse onesto e regolare e la Juve non era altro che un’amica rivale con cui era bello competere?

“Quando ti credevi re, quando ti scoprì pedina, quando sei sacrificato per salvare la regina (Spara, 99 Posse)”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...