La legge sugli stadi si blocca in Senato

Standard

uid_124b903a0c6.580.0

Tutti i Presidenti di serie A stavano aspettando il fatidico ‘si’. Dopo l’ok del Senato del 2009 e il no della Camera per quasi 3 anni sembrava, a Luglio, che fosse la volta buona.

Il testo era stato momentaneamente accantonato per via di alcune modifiche, ma non sembrava un muro così insormontabile. Invece, oggi, l’ala ambientalista del PD ha bloccato il tutto: la paura della speculazione edilizia è tanta, soprattutto dopo aver visto alcuni progetti presentati dai club.

Il Deputato del PD Giovanni Lolli ha detto la sua sulla questione: “S’aspetta il parere della commissione bilancio, non si capisce perché non la mette in calendario. Eppure il sì è scontato visto che non serve la copertura finanziaria. Evidentemente la si vuole far morire. Le nostre società di calcio si stanno indebolendo sul piano finanziario ma gli investitori esteri puoi attrarli solo se c’è un progetto industriale serio, che ruoti attorno allo stadio. Per poter competere con altri sistemi più avanzati, il calcio italiano deve essere messo in condizione di ripartire, non con finanziamenti pubblici ma con regole nuove, imponendo tempi certi per i passaggi burocratici”.

Dopo Juventus e Udinese, che inizierà i lavori di ristrutturazione a fine stagione, anche le altre società dovranno accontentarsi di costruire ‘solo’ lo stadio.

Redazione Social Football

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...