Punto Milan: il piccolo Faraone per tornare con le grandi

Standard
EL SHAARAWY

di Francesco Maiocchi

La partita: L’uno a zero del primo tempo per i padroni di casa è un risultato bugiardo, la partita infatti è a tratti noiosa e senza occasioni per nessuna delle contendenti. Il vantaggio etneo arriva all’undicesimo con il gol dell’ex Legrottaglie, che insacca di testa un bel corner di Lodi; da questo momento il Catania si chiude per ripartire ed il milan non riesce a trovare spazi. A inizio secondo tempo c’è la sciocchezza di Barrientos che viene espulso per un brutto fallo su Nocerino (doppia ammonizione), la partita cambia e nel giro di 8 minuti i rossoneri si portano addirittura in vantaggio con il gol di El Shaarawy e la prima perla stagionale di Boateng. Il gol del pari è in netto fuorigioco, ma l’impressione è che il Milan possa davvero dilagare. Intorno al 90° viene espulso anche Boateng, ma la partita invece di riaprirsi viene chiusa dal solito faraone con un palo gol imparabile da Andujar.

Luci: con un giovane del calibro di El Shaarawy viene proprio da pensare “benedetta crisi”, la squadra finalmente gira ed esprime, anche se solo nel secondo tempo, tratti di bel calcio. La rinascita del Milan coincide con le visite del Presidente alla squadra: visti i risultati è molto probabile che da raro evento diventino abituali. In questo momento sembra proprio che al Milan mancasse semplicemente la giusta carica.

Ombre: Dal tabellino si potrebbe pensare che Boateng sia tornato, la sua partita invece è come le altre in stagione. Il gol è stupendo, ma per il resto ci sono solo brutti tiri e passaggi sbagliati, coronati da un rosso diretto a fine gara. Anche Robinho dimostra che questa non è la sua stagione, dà l’assist vincente per il pari del Faraone (in fuorigioco) e poi inizia il festival dell’errore sotto porta. I big faticano davvero a ritrovarsi.

Quello che verrà: in settimana c’è la Champions, ma almeno questa volta il Milan può permettersi un massiccio e meritato turn over contro lo Zenit. Dopo il filotto di vittorie, a Milanello la parola scudetto è tornata a farsi sentire e domenica a Torino ci sarà il definitivo banco di prova per capire se il Milan è davvero tornato se stesso.

Una risposta »

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...