Champions League: quello che verrà

Standard

uefa_champions_league

di Marco Mottini

Chiusi tutti i gironi di Champions League, ora non si aspetta altro che il 20 Dicembre, giorno in cui avverrà il sorteggio degli ottavi di finale.

La Juventus di un redivivo Conte è rientrata da grande. E, come una grande, passa il girone da testa di serie. Grazie alla vittoria di ieri contro lo Shaktar, autentica rivelazione del gruppo E, ed il 3-0 inflitto ai campioni in carica del Chelsea, i bianconeri arrivano agli ottavi come testa di serie.

A  Nyon si aprirà uno scenario interessante, tutte squadre abbordabili le future avversarie, solo un nome preoccupa società e tifosi: Mourinho. Porto, Arsenal, Valencia, Celtic e Galatasaray non possono e non devono impensierire Conte. La sua squadra ha dato prova di potersela giocare con tutti, oltre che in Italia soprattutto per quanto visto fin qui in Europa. L’unico boccone amaro mandato giù ieri sera a Torino è quel secondo posto del Real Madrid e la consapevolezza di poter affrontare da subito una delle avversarie più temute. Ma giocare contro club di questo calibro è anche uno stimolo in più per andare avanti, anzi, alcuni giocatori non aspettano altro, come Bonucci ” Chi vorrei ora? Il Real Madrid, al Bernabeu non ho mai giocato“.

Gli amanti del calcio si augurano un scontro del genere, tra le due squadre con la miglior media di tiri in porta nella competizione, 21 a partita. Sicuramente per Conte non ci sarebbe miglior ritorno in Europa.

Discorso diverso e più complicato per il Milan. La squadra di Allegri ha mostrato durante tutto l’arco del girone i limiti già visti in campionato. Tra assenze, infortuni e giocatori non ancora ritrovati si è riusciti a passare come secondi con un turno di anticipo. Ma le prospettive a questo punto della stagione non sono delle più rosee. La lettura delle possibili candidate per gli ottavi di finale ha fatto scorrere un brivido lungo la schiena dei rossoneri: PSG, Schalke, Borussia Dortmund, Bayern Monaco, Barcellona, Manchester United. Forse solo i tedeschi dello Schalke 04 mettono meno apprensione, ma resta pur sempre una squadra che ha passato il turno come prima, lasciandosi alle spalle Arsenal, Olympiakos ed i campioni di Francia del Montpellier.

Il Milan ci ha sempre abituato bene in Champions, forse è l’unica squadra che si riesce a trasformare in Europa, soprattutto nelle fasi finali. Sicuramente è quello che si augura Allegri, sperando anche in un aiuto economico nel prossimo calciomercato dalla società.

Due piccole note a margine: grazie alla vittoria di ieri della Juve il coefficiente dell’Italia nel ranking ha fatto un passo in avanti, avvicinandosi all’Inghilterra. Con la vittoria del Milan sarebbe andata molto meglio, ora bisogna sperare nel successo delle italiane questa sera in Europa League.

Con il passaggio del turno sia Milan che Juventus hanno portato una buona somma nelle casse societarie: tra i 15-16 milioni per la qualificazione ed un altra decina grazie al market pool(distribuzione dei compensi stimando il valore del club sul mercato televisivo e dei mercati nazionali) entrambe le squadra hanno ricevuto una somma complessiva di 25 milioni circa.

Soldi freschi da investire a Gennaio…la speranza dei due tecnici.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...