Palermo, la classifica mette paura

Standard

gasperini

di Marco Marini

Tornare a far punti per uscire dalla zona retrocessione. E’ questo l’obbligo del Palermo a cominciare da oggi. Al Friuli, nell’anticipo delle ore 18:00, la squadra rosanero sarà di scena contro l’Udinese, la squadra guidata da mister Guidolin. Ovvero dall’ex, da una persona che rappresenta un pezzo di storia del Palermo. Quell’allenatore rimasto nei cuori dei tifosi rosanero per avergli fatto ritrovare la serie A dopo trentadue anni. Quel mister che, in settimana, ha parlato piacevolmente delle tre stagioni trascorse in Sicilia considerate da lui “molto belle sia dal punto di vista professionale che umano”. Oltre al ricordo, il tecnico di Castelfranco Veneto ha anche analizzato il momento difficile del Palermo dichiarando che in questi anni la società “ha costruito rose competitive e Zamparini ha meriti enormi”. Inoltre è convinto di affrontare “una squadra viva” che “con Inter e Juventus ha giocato molto bene”.

Parole molto belle che, però, non possono tranquillizzare assolutamente Gasperini il quale, pur confermando le difficoltà attuali, cerca di trovare un po’ tranquillità e fiducia come affermato in conferenza stampa in cui ha dichiarato: “Alla vigilia di qualsiasi incontro siamo sempre fiduciosi di far bene. E’ chiaro che poi deve essere il campo nei 90′ a confermare i nostri buoni propositi. Veniamo da due sconfitte consecutive contro le prime della classe ma con l’Udinese cerchiamo i tre punti. Loro sono una squadra forte ed in forma, cambiano spesso ma nel contempo sanno rinnovarsi ogni anno con grande qualità. E’ comunque una partita alla nostra portata. Per allontanarci dalle zone basse servono solo le vittorie”.

Anche perché la classifica parla da sola. 14 punti in 16 partite sono pochi per il Palermo. Una squadra che, dal ritorno nella massima serie, ha lottato spesso per il piazzamento in Uefa non è abituata a lottare per la salvezza.  Il ruolino di marcia è la cartina tornasole della stagione attuale. Otto sconfitte, di cui sei lontano dal Barbera ed ancora nessuna vittoria esterna. Leggermente meglio davanti ai propri sostenitori dove ha ottenuto tre vittorie, tre pareggi e solo due sconfitte.

Di questo ne è consapevole il tecnico rosanero che non ha nascosto le lacune della sua squadra e che, per questo motivo, spera che nel mercato di Gennaio possa arrivare qualcuno perché, “anche se i giocatori in organico sono buoni, mancano delle caratteristiche”. Secondo lui, per risolvere questi problemi “Zamparini è disponibile e Lo Monaco sta lavorando”. E se l’acquisto giusto fosse proprio Dybala? Sul ragazzo classe 93, giunto in rosanero nel mercato estivo, Gasperini ha affermato: “E’ un giovane molto promettente, parliamo di un attaccante puro che può garantire molta vivacità. Lui ha alternato delle partite in cui ha fatto bene e altre in cui è stato più in ombra, è normale se consideriamo la sua giovanissima età”. Insomma un calciatore che può servire al Palermo. Sulla carta l’Udinese non è l’avversario migliore da affrontare in un momento critico come quello che sta attraversando la squadra rosanero. Intanto le giornate passano. Ne’ la classifica attuale ne’ i precedenti tra le due formazioni sorridono al Palermo. Le due squadre si sono trovate di fronte, al Friuli, già 30 volte e l’Udinese è in vantaggio per 12 vittorie ad undici. Non solo. Nelle ultime cinque sfide di campionato, il Palermo non ha mai vinto. Ha ottenuto solo un pari lo scorso Marzo seguito da quattro vittorie bianconere. Che sia la volta buona per cambiare rotta ed allontanarsi definitivamente dalla zona retrocessione? Potrebbe essere sicuramente un buon punto di partenza a cui, però, devono far seguito altri risultati positivi.

Siena e Genoa, rispettivamente ultima e penultima distano 3 e 2 punti ma anche sopra il Palermo la classifica è abbastanza corta. In cinque punti sono racchiuse sei squadre, Pescara compreso che si ritrova con gli stessi punti dei  Siciliani. Questo significa che la salvezza non un’impresa così ardua ma bisogna fare punti da subito perché la classifica comincia a mettere paura. E siano già vicini alla sosta Natalizia, quindi quasi a metà campionato.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...