I primi tre anni di Mancini al City: le vittorie non bastano

Standard

Manchester-City-manager-R-007

di Alessia Fratarcangeli

Dopo aver guidato la Lazio per due anni e l’Inter fino al 2008, Roberto Mancini il 19 dicembre del 2009 prese il posto dell’esonerato Mark Hughes alla guida del Manchester City, firmando un triennale. La sua avventura inglese parte nel migliore dei modi , con una vittoria contro lo Stoke City e al termine della stagione 2009-2010 riesce a guadagnare il quinto posto, che gli permette di partecipare alla UEFA Europa League. Il mercato estivo del Manchester City, guidato dal nuovo tecnico, crea non poche polemiche tra i tifosi, poiché decide di non puntare su giocatori quali Bellamy, Ireland e Given, pedine importanti per il suo predecessore. Invece mette a segno alcuni colpi interessanti e fa approdare nel club inglese giocatori come Mario Balotelli, Yaya Tourè, David Silva, Kolarov, Jerome Boateng e, nel mercato di gennaio, si aggiudica anche Edin Dzeko. Le intuizioni dell’allenatore italiano si rivelano giuste, anche se da qui in poi faticherà non poco a tenere a bada il “bad boy” Balotelli, con cui ancora oggi ha un rapporto così conflittuale che probabilmente causerà il trasferimento del giocatore italiano. I Citizens a fine stagione 2010-2011 accumulano 71 punti, pari a quelli del Chelsea, e conquistano il terzo posto, approdando così in Champions League. A maggio 2011 arriva il primo titolo per Mancini: con un gol di Yaya Tourè, il Manchester City batte lo Stoke City e si aggiudica la sua quinta FA Cup. Roberto Mancini pone fine a un digiuno di trofei che durava dal lontano 1976. L’anno dopo la squadra di Mancini, con l’aggiunta di nuovi rinforzi, parte con 11 vittorie su 12 partite, tra cui un memorabile derby con il Manchester United vinto dai Citizens per 6-1, rimanendo fissata al primo posto per molto tempo. Nel girone di ritorno iniziano a calare le prestazioni e iniziano una serie di scambi tra il primo e il secondo posto con lo United. Questa lotta nei piani alti della classifica va avanti fino all’ultima indimenticabile giornata di campionato quando United e City si presentano a pari punti. I Red Devils vincono e matematicamente sono campioni di Inghilterra perché il City sta perdendo 1-2 con il Queens Park Rangers a pochi minuti dalla fine del match. Ma i due gioielli di Mancini, Dzeko e Aguero ribaltano il risultato al minuto 92 e 94, e il tecnico italiano è il primo allenatore, dopo 44 anni di astinenza, a portare nuovamente i Citizens alla vittoria della Premier League. Sempre nel 2012 Mancini porta a casa un altro trofeo, la Community Shield, battendo per 3-2 i neo-campioni d’Europa del Chelsea. Dopo questa serie di vittorie, la scorsa estate al tecnico è stato rinnovato il contratto, ma la sua permanenza a Manchester è stata  messa in dubbio dal deludente ultimo posto che la squadra ha da poco ottenuto nel girone di Champions League, non qualificandosi perciò neanche  all’Europa League. Anche se attualmente il City è secondo in Premier a 39 punti, la società inglese sta comunque pensando a un possibile cambio in panchina proprio perché vorrebbe puntare su qualcuno con più esperienza europea. In tre anni di Manchester City, Roberto Mancini si è tolto alcune soddisfazioni, percorrendo una strada che lo ha portato all’apice del successo con la vittoria in Premier League; tuttavia sembra che la dirigenza gli abbia chiesto quel salto di qualità “europeo” che fino ad ora non c’è stato e può darsi che, con tutto ciò che hanno investito in questi anni, non siano disposti a dare un’ulteriore occasione al tecnico jesino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...