Stadio Inter, piano B: dopo i cinesi ecco il colosso svizzero delle costruzioni

Standard

San_Siro_UEFA

di Michele D’Alessio

L’Inter punta al nuovo stadio. Dopo l’oscuro rapporto con i cinesi, che sarebbero stati arruolati proprio per lo stadio e che sono pronti anche a pagare la penale sul precontratto firmato con l’Inter, ecco che Massimo Moratti guarda alla Svizzera. Il presidente nerazzurro si è recato nella sede della Mabetex, colosso delle costruzioni, che ha ristrutturato edifici importanti come il teatro “La Fenice” di Venezia e il palazzo del Cremlino, e ha incontrato i fratelli Pacolli, ai vertici dell’azienda. Moratti e la Mabetex si sono confrontati su un paio di progetti, che ricalcano l’Allianz Arena di Monaco e il Fly Emirates Stadium di Londra, di cui si era parlato anche con i Cinesi. Visti i movimenti che la società nerazzurra sta facendo per il nuovo stadio, si può pensare che sia già stata individuata l’area sulla quale edificare la struttura. Se questa estate l’Inter aveva ufficialmente parlato di 2016/2017 come gli anni in cui il nuovo stadio sarebbe stato pronto grazie all’intervento della China Railways Construction, ora, se andasse in porto l’accordo con la Mabetex (si parla di 550 milioni di euro di costo complessivo) si dovranno rivedere i tempi per consegnare ai tifosi dell’Inter la nuova casa, allineandosi a Reggiana, Juventus e Roma, che o già hanno o sono in procinto di avere lo stadio di proprietà.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...