Napoli – Roma 4-1, le pagelle

Standard

224038723-968fa76d-ab1c-4c2c-8d38-b103a2e9fd33

di Alessia Fratarcangeli

SS NAPOLI

 

De Sanctis – 7 ammonito per proteste, decisivo sulle conclusioni di Destro. Salva per due volte consecutive la sua porta prima su Lamela e subito dopo su Pjanic. Una gara molto attenta la sua, bloccando ogni incursione giallorossa, aiutato dall’imprecisione degli avversari.

Campagnaro – 6 brutto fallo su Totti che gli costa l’ammonizione, molto attento e preciso nell’ostacolare le percussioni degli attaccanti avversari.

Gamberini – 5 insieme al suo compagno di reparto (Britos) è sempre in affanno, non un’ottima prestazione.  Non ha commesso sbagli eclatanti solo perché lì dietro De Sanctis era il più attento e vigile di tutti.
Britos – 5.5 cerca di contenere gli attacchi degli avversari, ma gli riesce ben poco, è graziato dall’imprecisione dei suoi avversari. Inizia a soffrire di più quando si trova a marcare Osvaldo.

Maggio – 6.5 primo tempo altalenante, inserimenti più pericolosi  e pungenti nel secondo tempo. È suo il gol che chiude la partita.

Behrami – 6 recupera molti palloni, commettendo però qualche fallo di troppo.

Inler – 5.5 al 30’ del primo tempo prova un tiro, per il resto prestazione sterile. Dzemhaili (65’) – 6 grazie a lui Pjanic lascia la sua squadra in inferiorità numerica.

Zuniga – 7 crea non pochi problemi ai difensori della Roma e in fase difensiva sono poche le volte che lascia spazio a Lamela. È dalla sua zona che parte l’azione del secondo gol e anche altre incursioni pericolose.
Hamsik – 5 primo tempo sottotono; ha un paio di occasioni d’oro sui piedi ma le spreca clamorosamente. Prestazione anonima, caratterizzata da troppi e imperdonabili sbagli. Insigne (87’) – s.v.

Pandev – 6 ottimo assist per Cavani, all’inizio trova parecchi varchi nella difesa giallorossa. Ha messo qualità in alcune giocate, ma altre volte è sembrato molto impreciso. Mesto (80’) – s.v.

Cavani – 9  sfrutta un’ottima verticalizzazione di Pandev e non ha problemi a buttarla in rete (5’). A inizio secondo tempo con grande personalità, e spalle alla porta, mette dentro il secondo gol. Al 70’ completa una straordinaria tripletta con un colpo di testa su calcio d’angolo. In superiorità numerica trova sempre più spazio e va vicino al quarto gol. Goicoechea gli nega questa gioia.

All. Mazzarri – 6 è evidente che stasera il suo Napoli a livello di collettività è meno squadra dei suoi avversari. Parte forte, ma poi frena bruscamente e subisce fin troppo la pressione da parte della Roma, pur essendo sempre in vantaggio. Cavani gli risolve ogni cosa e sfrutta al massimo le occasioni create, trascinandoli a una schiacciante vittoria.

 

AS ROMA

 

Goicoechea – 5 poca colpa sul primo gol, riesce a toccarla ma non a deviarla. Nel primo tempo non è molto impegnato. Sul secondo gol intervento un po’ scomposto, ma non può nulla sulla terza rete di Cavani che schiaccia la palla a terra di testa. Ancora lui protagonista nel finale quando toglie la palla dai piedi di Cavani diretto in porta. Cerca di evitare il quarto gol, ma invano.

Piris – 4.5 non riesce proprio a star dietro a Zuniga, effettua un salvataggio prodigioso a tu per tu con Cavani. Per il resto ha sofferto troppo, si è reso poco utile e da lui sono partiti ben pochi cross per servire i compagni in attacco.  Florenzi (81’)- 5.5  a fine gara confezione un buon cross per Bradley, che però la mette fuori.

Burdisso – 5 arriva in ritardo nell’azione che porta al terzo gol del Matador; come tutti i suoi compagni non riesce a contenere lo straripante Cavani, unico vero problema della serata.

Castan – 5 sull’azione del primo gol rimane fermo, senza ostacolare il passaggio di Pandev per Cavani. È in affanno come tutti gli altri quando si tratta di fermare l’attaccante uruguaiano.

Balzaretti – 5 cerca di mette in difficoltà gli avversari sulla sua fascia, e a volte gli riesce. Nel secondo tempo non ce la fa a togliere da per terra  la palla a Pandev, che riuscirà a servire Cavani per il secondo gol. Prestazione a tratti poco convincente, il feeling con il Capitano stasera è a dir poco inesistente.

Pjanic – 5 prende un’ammonizione a inizio primo tempo per fermare Zuniga. Appare molto nervoso in campo. Effettua un gran tiro al 37’ respinto da De Sanctis e, grazie a un suo splendido passaggio, manda Osvaldo in gol. Nel complesso troppo impreciso e disorientato e il suo nervosismo gli costerà il secondo giallo e l’espulsione.

De Rossi – 5 è suo il primo tiro della Roma, che però non risulta pericoloso. Nel primo tempo aiuta in qualche occasione il reparto difensivo, cosa che fa più raramente nella ripresa. Confuso quando a inizio secondo tempo al limite dell’area di rigore non sa se passare o tirare. Una gara molto sottotono; il centrocampo, senza la sua solita autorità, si sgretola piano piano.

Bradley – 6 primo tempo incolore per lo statunitense, che però migliora di molto la sua prestazione nella ripresa. Colleziona alcune chiare occasioni da gol: butta il pallone fuori al 68’ a porta vuota e ha la possibilità di segnare  di testa su cross di Florenzi. È uno dei pochi della sua squadra che non ha mollato fino all’ultimo.

Totti – 6 offre ottimi assist a Destro, che assolutamente non è stato in grado di sfruttarli. Stavolta non riesce a trascinare come si deve la sua squadra. A volte è troppo impreciso, però è comunque il migliore tra i suoi compagni.

Lamela – 5 la difesa del Napoli (soprattutto Zuniga) lo intrappola e non gli permette di muoversi come vorrebbe. A metà del primo tempo inizia a trovare i suoi spazi e al 43’ prova una conclusione personale troppo centrale. È comunque una prestazione insufficiente, ci si aspettava molto di più dal capocannoniere della squadra giallorossa.

Destro – 5 Ha la sua prima occasione al 31’: cerca di spingere la palla in scivolata, ma trova sulla sua strada De Sanctis. Tiro poco potente sul primo palo al 34’ sempre su assist di Totti, ma non sorprende l’estremo difensore avversario. Al 59’ sbaglia nuovamente una conclusione fin troppo facile. Tanta corsa e lotta, troppo spreco e poca determinazione davanti la porta. Osvaldo (61’)- 6 entra convinto e subito crea scompiglio nella difesa del Napoli. Al 72’ segna in diagonale anticipando Britos su passaggio di Pjanic.

All. Zeman –  5.5  non ha molta colpa la sua squadra, a parte i soliti black out difensivi.  I suoi giocatori hanno creato fin troppe occasioni da gol, non sfruttate a dovere soprattutto dal giovane Destro. Nel complesso una prestazione più che sufficiente che però non permette di portare a casa i 3 punti e di frenare l’uruguaiano Cavani. Anzi, la Roma paga fin troppo la sua poca incisività davanti la porta.

 

Arbitro Tagliavento – 6 gara ricca di cartellini gialli, non ci sono state situazioni difficili da amministrare. Giustamente espelle per doppia ammonizione Pjanic.

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...