Punto Napoli: Cavani mostruoso, Roma Matata

Standard
sport_calcio_italiano_napoli_roma_cavani_esultanza_getty-1
di Carmine Guarino
Con il panettone ancora sullo stomaco, giornata indigesta per quasi tutte le grandi di serie A. Il Napoli, invece, non fallisce il primo appuntamento dopo la sosta e mette solo zucchero nella calza di Mazzarri e i suoi uomini. Il regalo più grande all’allenatore partenopeo, e ai suoi compagni, lo fa Cavani, in versione Re Magio. Tre i gol rifilati al malcapitato Goicoechea e primato solitario in vetta alla classifica dei marcatori. Utili solo a fissare il risultato finale sul 4-1, il momentaneo 3-1 di Osvaldo, gol da vero bomber, e la fuga solitaria allo scadere di Maggio.
La partita – Il Napoli esce fortissimo dai blocchi e al 4’ è già in vantaggio. Pandev trova perfettamente Cavani che con un tocco di prima batte il portiere giallorosso. La partita prende la forma che gli uomini di Mazzarri preferiscono: difesa accorta e ripartenze micidiali. Il pallino del gioco è nelle mani della Roma, che riesce anche a rendersi pericolosa, ma quando il Napoli conquista palla dà l’idea di poter essere letale. Dopo due buone parate di De Sanctis su Destro e Pjanic, gli azzurri raddoppiano. È il terzo minuto del secondo tempo e Cavani, con una girata fortunosa, beffa Goicoechea. La Roma avanza ulteriormente il baricentro e dietro balla maledettamente, il Napoli si difende con coraggio e prova ad ammazzare la partita. È ancora lui, Cavani, ad indossare i panni del killer. Colpo di testa fra le gambe dell’estremo difensore romanista e 3-0 Napoli. La Roma trova il gol, a dire il vero meritato, con Osvaldo che beffa Britos e De Sanctis con un tocco di prima su lancio di Pjanic, espulso poco dopo. Nel finale c’è gioia anche per Maggio che sull’ennesimo contropiede batte Goicoechea. Per la Roma sconfitta sonora, anche se eccessiva, che ridimensiona l’ottimo finale dell’anno appena concluso. Per il Napoli ottima vittoria, bella prestazione di squadra e terzo posto riconquistato.        

Luci – Il rischio è quello di diventare ripetitivi e noiosi, ma non si può non elogiarlo. Cavani non sarà tutto il Napoli, altrimenti si rischia di fare arrabbiare Mazzarri, ma una grande mano ai suoi compagni la dà. 16 gol in campionato, 25 in 23 partite disputate e il record di Maradona sempre più vicino: sono numeri da capogiro. Grande prestazione di Zuniga ( che il possibile arrivo di Armero lo abbia galvanizzato?) e di De Sanctis che para tutto il parabile.

Ombre – Trovare difetti in una partita così è difficile. Il Napoli può impostare la partita come preferisce: pressing, tanti giocatori dietro la linea della palla e ripartenze ficcanti. Se proprio si vuole essere perfezionisti in alcuni frangenti è mancata un po’ di precisione nei passaggi. Contro le squadre di Zeman con due passaggi giusti si va dritti in porta, qualche volta agli azzurri non è riuscito.

Quello che verrà – Domenica si replica al San Paolo. Ospite sarà il Palermo di Gasperini, in una situazione di classifica sempre più preoccupante. L’occasione è buona per continuare a fare punti e confermarsi in zona Champions. A metà Gennaio, in appello, alla società partenopea quasi sicuramente sarà restituito un punto o forse entrambi, e allora la zona Champions potrebbe non essere l’unico obbiettivo a portata di mano.

Dopo gara –  Subito dopo la partita, tutti ad elogiare la prestazione di Cavani, che porta a casa l’ennesimo pallone della carriera. Mazzarri si infuria e decide di non rispondere alle domande dei commentatori di Mediaset Premium e Sky. Il tecnico toscano giustifica il suo nervosismo spiegando che il Napoli non è solo Cavani e che la partita è stata vinta perché impostata in maniera impeccabile. Un gesto per rivendicare i propri meriti o, in pieno stile mourinhiano, per tenere la squadra sulla corda?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...