Punto Roma: rientro amaro e grande occasione persa

Standard

Pagelle-Napoli-Roma

di Alberto Rossi

Brutto risveglio in casa Roma dopo le vacanze natalizie. Nella giornata dell’Epifania i giallorossi raccolgono solo carbone dopo la pesante sconfitta di Napoli. Una battuta d’arresto che fa male perché arriva in un momento in cui la squadra sembrava aver trovato la definitiva consacrazione con le ultime prestazioni e perché i risultati della domenica avevano spianato la strada alla Roma per scalare diverse posizioni. Invece la squadra di Zeman rimane bloccata al sesto posto vedendo riavvicinarsi pericolosamente il Milan dalle retrovie. Uno dei maggiori timori nell’ambiente romanista era che la tourneè in Florida dei giorni scorsi potesse pesare a livello fisico e mentale sui giocatori. Va detto, però, che la squadra ha espresso anche una accettabile condizione atletica sia nel primo che nel secondo tempo. Quello che hanno pagato i giallorossi sono state le disattenzioni difensive che hanno portato ai primi due gol evitabili del Napoli in apertura dei due tempi. Un problema, quindi, che è sembrato più di approccio alla gara piuttosto che fisico perché dopo soli tre minuti di gioco la difesa non può essere schierata in quel modo, in occasione della rete di Cavani. Non sono state fatte cose migliori in avanti a causa delle troppe occasioni sprecate sotto porta, a differenza di quanto era avvenuto nell’ultima sfida contro il Milan.

Luci: per gran parte del primo tempo la Roma ha provato ad esprimere qualcosa di interessante, e nella ripresa ha provato comunque a fare la partita. Grande impatto di Osvaldo sulla partita, peccato che non si è allenato durante il viaggio in Florida e non ha potuto esprimersi per 90’.

Ombre: la difesa è entrata subito in tilt subendo un gol evitabile nei primi minuti. Reparto colpevole anche sul secondo gol ed errore del portiere sul terzo. Squadra lunga, troppa distanza tra le due linee di difesa e centrocampo. Male De Rossi in mezzo e troppe occasioni sprecate davanti alla porta soprattutto con Destro, ma anche con Bradley.

Quello che verrà: la corsa all’Europa, adesso, è diventata più complicata con la Lazio ed il Napoli che rischiano di scappare via. Le sconfitte di Inter e Fiorentina, comunque, mantengono la Roma ad una distanza ancora colmabile dalle altre squadre. Quello che serve adesso è il ritorno alla vittoria ed il calendario in questo momento non sorride. Domenica c’è la difficile trasferta di Catania, da sempre un tabù per i giallorossi, e la squadra di Zeman non può permettersi altri passi falsi, con il Milan pronto in agguato. La squalifica di Pjanic peserà ma la cosa più importante sarà riprendere quella concentrazione in difesa ed anche sotto porta.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...