Mercato Napoli: è il momento di Calaiò e Armero. Quei 55 e il pensiero di Cavani…

Standard
Immagine
di Carmine Guarino
Mercato Napoli: è il giorno di Calaio’ e Armero. Quei 55 milioni e il pensiero di Cavani…
Un esterno, un difensore centrale e un attaccante. Sono questi i ruoli in cui Mazzarri necessita di altri uomini, e Bigon si è messo all’opera per accontentare il suo tecnico. L’agenda odierna del d.s. napoletano è bella piena di impegni. In mattinata incontro fissato con Stefano Antonelli, direttore sportivo del Siena, per parlare di Calaio’ e Neto.  Per l’attaccante la fumata bianca è vicinissima. L’accordo dovrebbe essere trovato sulla base di un prestito con diritto di riscatto. In caso di un numero di presenze, ancora da concordare, raggiunto da Calaio’, il diritto diventerebbe obbligo di riscatto per il mercato estivo. La punta, con un passato già all’ombra del Vesuvio, naturalmente sarà il vice Cavani. Meno impellente, invece, la ricerca di un difensore centrale. La società, infatti, ha deciso di attendere la sentenza dell’appello per il processo sul calcioscommesse, sperando in una sensibile riduzione di pena per Cannavaro e Grava. Si aspetterà, così, metà Gennaio. Se le squalifiche saranno confermate, allora verranno intensificati nuovamente i contatti con il Siena per il centrale portoghese Neto. La valutazione del club toscano è alta, intorno ai 7 milioni, e oggi Bigon, nell’affare Calaio’, proverà a far scendere il prezzo. Il Napoli, comunque, ha già pronte le alternative. Dall’Inter potrebbe arrivare in prestito Silvestre, che alla corte di Stramaccioni sta trovando pochissimo spazio. L’altro indiziato a sostituire capitan Cannavaro èAndreolli del Chievo. Il giocatore va in scadenza di contratto e la società del presidente Campedelli non può avanzare grosse pretese. Potrebbe essere l’affare giusto. Nella serata di ieri si è parlato anche di un possibile interesse per Astori del Cagliari. Tecnicamente l’operazione è valida, dal punto di vista economico potrebbe essere la più costosa.  Terminata invece la ricerca dell’esterno di centrocampo: sarà Armero, in arrivo dall’Udinese. Partenopei e friulani hanno già trovato l’accordo. Prestito oneroso a 1 milione di euro e riscatto della metà già fissato a 3 milioni. Oggi Bigon incontrerà il procuratore del giocatore per trovare l’intesa sull’ingaggio. Non dovrebbero esserci grosse sorprese.

Capitolo cessioni. Sono tre i nomi caldi: Dossena, Fernandez e Vargas. Il primo con l’arrivo di Armero rischia di trovare sempre meno spazio e quindi ha deciso di cambiare aria. Il suo procuratore ha contattato il Milan, che lo aveva chiesto in estate, ma ha trovato le porte chiuse. La destinazione più probabile, al momento, resta Palermo. L’agente di Fernandez ieri ha chiarito che il suo assistito ha voglia di giocare e che è richiesto da parecchi club in giro per l’Europa. Anche il difensore biceleste è con la valigia pronta.  Più delicata la situazione di Edu Vargas. Solo un anno fa il Napoli ha scommesso molto sul ragazzo cileno, spendendo circa 10 milioni di euro. L’attaccante è molto cercato in Brasile, soprattutto dal San Paolo, ma De Laurentis non vuole perdere sull’investimento fatto. Resta possibile anche un prestito secco al Siena, nell’affare Calaiò. Intanto c’è da registrare un piccolo giallo Cavani. In settimana si è parlato di un offerta giunta in estate di 55 Milioni di euro per il Matador. A presentare la ricca proposta al club azzurro sarebbe stato lo Zenit che, incassato il rifiuto, ha poi dirottato su Hulk. L’attaccante uruguayano nel dopo partita di ieri sera si è lasciato sfuggire un enigmatico: “La società sa cosa voglio. Ho un pensiero ma non è il caso di esternarlo adesso.” Probabile che Cavani voglia vincere e per farlo sarebbe disposto anche a cambiare maglia, nonostante le continue frasi d’amore per Napoli. L’interesse su di lui è alto e a qualche sceicco, leggasi Mansour del Man City, potrebbe venire lo sfizio di aprire il portafoglio e presentare al Napoli l’offerta di 62 Milioni, la clausola del Matador. A quel punto la scelta spetterebbe solo all’uruguayano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...