Gioco di squadra contro il razzismo

Standard

abete

 

Questo l’obiettivo promosso nella riunione dell’Osservatorio Nazionale, sulle Manifestazioni sportive, tenutasi ieri  a seguito dell’incontro tra il presidente della Figc Abete ed il Capo della Polizia Manganelli.

La necessità di tale provvedimento, tornato ora alla ribalta, è stata alimentata in particolar modo dai cori razzisti avvenuti nei confronti di alcuni giocatori del Milan, durante l’amichevole contro la Pro Patria a Busto Arsizio.

Da sottolineare che la decisione di sospendere la partita, nel caso in cui si presentino segnali di razzismo, intolleranza o di antisemitismo, spetta unicamente al dirigente del servizio pubblico, che potrà tuttavia avvalersi della sollecitazione dell’arbitro o degli stessi giocatori, attraverso la figura del “quarto uomo”.

Redazione Social Football

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...