L’Aquila, al lavoro per stadio senza barriere

Standard

acquasanta-stadio

 

 

di Marco Marini

Lo stadio Acquasanta de L’Aquila potrebbe essere uno dei primi stadi italiani senza barriere. Per il momento, infatti, solo lo Juventus Stadium ha questa particolare caratteristica che nessun altro stadio di serie A aveva mai considerato, ovvero nessuno sbarramento a delimitare i settori. L’unica eccezione, però, riguarda quello degli ospiti dove sono stati alzati dei divisori. 

Nell’incontro della Commissione impianti sportivi del Coni svoltasi ieri a Roma è stato definito il progetto per quest’opera. Uno stadio dove non è prevista appunto nessuna barriera. Le vicissitudini precedenti sembrano essere state risolte ed ora il Comune del capoluogo abbruzzese è pronto a presentare il progetto al Comitato Olimpico Italiano. Secondo indiscrezioni già Mercoledì prossimo potrebbe essere dato l’ok ad un progetto di cui si parla da motissimo tempo ma che, fino ad ora, non è stato ancora possibile portare avanti.

Che l’impianto sportivo de L’Aquila possa essere il punto di partenza per togliere le vetrate che separano i vari settori a tutti gli altri stadi italiani non si può affermare ancora. D’altra parte bisogna ancora vedere se verrà dato il via libera allo stadio Acquasanta. Ciò che è sicuro è che gli accorgimenti al progetto iniziale sembrano essere stati fatti. 

“Stiamo lavorando per avere uno stadio senza barriere, ha dichiarato Francesco Ghirelli, direttore generale Lega Pro, il quale ha rivelato che “nei prossimi giorni verrà presentato il progetto modificato nella parte relativa alle barriere elevabili secondo norma di legge”. In merito al progetto, il direttore generale della Lega Pro ha voluto mandare un ringraziamento particolare alla commissione impianti sportivi del Coni e all’ingegnere Romussi per l’attenzione e per la professionalità dimostrata per trovare la soluzione. L’impegno del sindaco Cialente é stato decisivo, come quello de L’Aquila Calcio, per la realizzazione del progetto così come noi lo avevamo concepito. Intanto i lavori allo stadio stanno procedendo”. In questo modo quindi, secondo Ghirelli, “L’Aquila dà un segnale tangibile di grande valore per tutta l’Italia calcistica  grazie alla collaborazione dell’Osservatorio del ministero degli Interni”.

Insomma la volontà non manca, come dimostrato dal fatto che alla riunione erano presenti, oltre a Francesco Ghirelli, il sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, il vice presidente dell’osservatorio del ministero degli Interni, Roberto Massucci, il presidente dell’Aquila Calcio, Corrado Chiodi, l’amministratore rossoblù, Elio Gizzi, l’ingegnere del Comune, Mario Di Gregorio, i rappresentanti dell’impresa Circi che sta effettuando i lavori nell’ex struttura dedicata al rugby e quelli del Coni.

Il presidente rossoblù Chiodi ha aggiunto di essere ”felice che si sia trovata un’ottima soluzione. La Lega Pro ci è vicina in questo momento di ricostruzione della città che passa anche dal calcio. La soddisfazione è doppia anche per il fatto che sarà eliminato un varco e così i nostri tifosi saranno tutti uniti e non avranno un muro a dividerli”.

Il progetto “stadi senza barriere” prosegue anche con Catanzaro, Cremona, Martina Franca e Perugia, pronte a togliere le divisioni tra i settori dello stadio. Sicuramente è una bella iniziativa che potrebbe riportare molte persone allo stadio. La domanda che sorge spontanea, però, è la seguente: nel momento in cui si trova il calcio italiano, dove episodi di violenza e razzismo sono all’ordine del giorno, è giusto togliere le barriere? Forse sarebbe meglio in un primo momento risolvere questi problemi e poi pensare al resto come appunto gli stadi senza alcuna divisione. Un’iniziativa lodevole ma, attualmente, poco fattibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...