Razzismo, Tosel assolve Boateng e il Milan (ma condannò Balotelli )

Standard

C_27_articolo_96649_immagineprincipale

di Michele D’Alessio

Il giudice sportivo Giamapolo Tosel ha archiviato la posizione del Milan e di Kevin Prince Boateng a proposito degli episodi di razzismo avvenuti nell’ormai celebre amichevole contro la Pro Patria del 3 gennaio scorso. Il giudice ha così sentenziato: “gli essenziali valori dello sport e la civile convivenza escludono che possa acquisire rilevanza disciplinare un gesto di solidarietà verso un uomo vittima di beceri insulti”.
Quindi, abbandonare il campo al verificarsi di cori razzisti non comporta alcuna sanzione, anzi, è un gesto di solidarietà.

Lo stesso giudice, però, 3 anni fa esatti, si pronunciò in maniera diversa nello stesso ambito. Il 6 gennaio 2010, infatti, durante Chievo – Inter, Mario Balotelli fu bersagliato dai “bu” di matrice razzista provenienti da alcuni settori dello stadio. Quando fu sostituito, Mario applaudì in direzione dei tifosi veronesi, “complimentandosi” sarcasticamente per il trattamento ricevuto. Il giorno successivo, il giudice Tosel comminò una sanzione di 7000 € al calciatore, per “avere, al 43° del secondo tempo, uscendo dal terreno di giuoco all’atto della sostituzione, rivolto ripetutamente un applauso provocatorio nei confronti del pubblico” .

Perchè questa disparità di trattamento? Perchè la reazione di Balotelli all’epoca non ha trovato le stesse condivisibili attenuanti riservate a Boateng?

Link immagini Chievo-Inter 6 gennaio 2010 con reazione Balotelli:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...