Cagliari, a rischio licenza Is Arenas

Standard

isarenas

 

Sono rimasti solo 15 giorni alla società rossoblù per poter ottenere la licenza per lo stadio Is Arenas. Questo è quanto stabilito dalla commissione provinciale di Cagliari. In seguito alla riunione svoltasi ieri nella Questura del capoluogo sardo, è stato deciso di concedere una proroga di due settimane per dare la possibilità alla società isolana di apportare i cambiamenti necessari affinché possa essere data l’agibilità all’impianto.

Una sorta di apertura che potrebbe portare definitivamente alla fine di un calvario sia per la dirigenza che per i tifosi. Dalla ricostruzione dello stadio di Quartu Sant’Elena ad oggi, infatti, le partite disputate all’Is Arenas non hanno mai visto tutti i settori dello stadio agibili. In due occasioni, ovvero per Cagliari – Roma e Cagliari – Juventus  non è stato considerato possibile l’utilizzo dell’intera struttura.

Intanto il tempo stringe e per la società sarda si allontana la possibilità di ottenere questa licenza. Dal canto suo, il Cagliari ha proposto un piano alternativo basato su due argomenti chiave, uno riguardante la cabina elettrica e l’altro, invece, l’ingresso alla struttura dalla parte di via Olimpia. Questi, infatti, sono i punti critici che non permettono di avere ancora la concessione dell’intero stadio. Per quanto riguarda l’impianto elettrico è stata proposta l’applicazione di un nuovo generatore mentre per gli spazi all’esterno della curva sud il Cagliari chiede l’apertura della via Olimpia, con l’illuminazione garantita da un faro posizionato all’interno dello stadio.

A breve, infatti, scadrà l’ultimatum della Prefettura che a metà dicembre aveva chiesto l’ultimazione delle opere dello stadio per il rilascio della licenza sino al termine del campionato. Per le autorizzazioni, però, i tempi sono abbastanza lunghi. Proprio per questo motivo il Cagliari aveva proposto nell’ultima riunione in Prefettura un piano differente, con alcuni accorgimenti che consentivano, a detta loro, di rispettare la scadenza imposta dalla Prefettura. Il piano, però, è stato bocciato dalla Commissione che costringerà il Cagliari a rispettare il piano iniziale. Mancano solo 15 giorni e la licenza è a rischio. Nel frattempo domenica si può giocare, anche se deve arrivare ancora l’autorizzazione del sindaco di Quartu, Mauro Contini, per la disputa della gara tra Cagliari e Palermo. Per ottenere il definitivo via libera, il Cagliari dovrà rispettare il progetto iniziale, visto che la variante proposta dalla società del presidente Cellino è stata bocciata dalla commissione.

Adesso non si può più perdere tempo, d’altra parte il rischio di non avere la licenza sta diventando sempre più concreto. O si interviene energicamente e con determinazione oppure i tifosi cagliaritani dovranno rassegnarsi a vedere le partite interne della loro squadra con metà Is Arenas vuoto oppure addirittura in altre città. Almeno per questa stagione.

Redazione Social Football

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...