Punto Liga: il Barça impatta al Mestalla, l’autogol di Ronaldo abbatte il Real, Siviglia all’assalto dell’Europa

Standard

?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

di Francesco Carolis

Gli occhi di tutti gli appassionati di calcio in settimana hanno puntato la loro attenzione sul Clasico di Coppa del Re fra Real Madrid e Barcellona, terminato sul punteggio di 1 a 1 che rimanda il discorso qualificazione per la finalissima al ritorno del Camp Nou in programma a fine febbraio. Lo spettacolo che le due superpotenze del futbol iberico e mondiale hanno offerto durante la sfida di mercoledì sera non ha tuttavia caratterizzato l’andamento dei rispettivi match giocati nella ventiduesima giornata della Liga: il Barça ha ottenuto un sofferto pareggio nella trasferta sul campo del Valencia, mentre il Real è stato affondato a Granada dal primo autogol in carriera di Cristiano Ronaldo. Guadagna punti su entrambe le squadre l’Atletico Madrid, ancora una volta implacabile fra le mura amiche del Calderon, mentre si accende sempre di più la lotta per entrare in Europa con una classifica cortissima e tante squadre vogliose di ottenere questo traguardo.

Messi risponde a Banega – Un Barcellona fra i meno incisivi e spettacolari di tutta la stagione non va oltre l’1 a 1 nella difficile trasferta di Valencia rischiando anche di rimediare la seconda sconfitta stagionale se non fosse per il solito Messi, a segno per la dodicesima partita consecutiva in campionato, e per un grande Victor Valdes, autore di parate decisive nella parte finale del match. La squadra di casa gioca un primo tempo di grande aggressività e passa con merito in vantaggio al 33’ grazie a Banega: Piqué respinge di testa un cross di Soldado facendo terminare il pallone sui piedi del centrocampista argentino, il quale porta in vantaggio i suoi con una precisa conclusione rasoterra; il Barça sembra accusare il colpo ma trova il goal del pareggio solo sei minuti dopo: Messi realizza di potenza un calcio di rigore concesso dall’arbitro per l’ingenuo fallo commesso da Pereira ai danni di Pedro riportando in partita la squadra di Jordi Roura. Nella ripresa il Valencia costruisce molto e si getta in avanti alla ricerca di una prestigiosa vittoria che tuttavia non arriva in virtù della grande prestazione di Valdes, il quale torna dopo un periodo non eccezionale ad essere veramente decisivo per la causa Barcellona. Il pareggio finale da un lato conferma l’ottimo ruolino personale di mister Valverde contro i blaugrana, sempre fermati negli ultimi sei incontri dal tecnico dell’Extremadura, dall’altro certifica una fase di appannamento nella stagione del Barça, atteso nelle prossime settimane da appuntamenti decisivi, primo fra tutti lo scontro di Champions con il Milan.

CR7 lancia il Granada – C’è sempre una prima volta. Questo proverbio sarà stato con ragionevole certezza il primo pensiero di Cristiano Ronaldo e di tutti i tifosi del Real Madrid dopo lo sfortunato primo autogol della carriera della stella lusitana che ha condannato la squadra di Mourinho alla sconfitta per 1 a 0 nella trasferta sul campo del Granada: al 22’ del primo tempo CR7 stacca di testa insieme all’ex Barça Nolito sugli sviluppi di un calcio d’angolo e la sua deviazione batte Diego Lopez portando in vantaggio i padroni di casa; il Real ripiomba per tutta la durata del match giocato al Nuevo Los Carmenes nelle estreme difficoltà di gioco mostrate nella prima parte di campionato non riuscendo mai ad essere pungente in avanti: con lo stesso Ronaldo non al top nelle ultime settimane a causa di problemi muscolari, le altre stelle delle merengues faticano ad essere decisive nei momenti di difficoltà. Il Granada conquista invece tre punti importantissimi per la salvezza e apre nuovamente le ferite di casa Real: mancano ormai soli sette giorni alla sfida di Champions contro il Manchester United, vero crocevia della stagione dei blancos, ed è arrivato il momento per Mourinho di raccogliere tutte le energie fisiche e mentali dei suoi giocatori allo scopo di salvare una stagione troppo altalenante e traboccante di controversie che hanno spaccato l’ambiente.

Diego Costa piega il Betis – Vicente Calderon uguale tre punti: un’equazione sempre più semplice da comprendere e da applicare per l’Atletico, che supera di misura anche il Betis Siviglia e non placa la propria insaziabile fame di punti nelle partite casalinghe. Il mattatore dell’incontro è Diego Costa, subentrato ad un Falcao ancora convalescente dopo l’infortunio: l’attaccante brasiliano marca la rete decisiva al 61’ e porta la squadra di Simeone a raggiungere la straordinaria quota di 50 punti in 22 giornate. Il Malaga continua a sprecare punti che potrebbero risultare decisivi nella volata Champions impattando in casa per 1 a 1 contro il Real Saragozza: i ragazzi di Pellegrini salgono al quarto posto solitario in virtù della sconfitta del Betis, ma dovranno decisamente cambiare marcia se vogliono disputare un finale di stagione da protagonisti sia in Spagna che in campo europeo.

Manzano sostituisce Caparros – Prosegue senza sosta la remuntada verso posizioni più tranquille della classifica da parte dell’Espanyol e del Siviglia: la squadra di Aguirre batte per 3 a 2 il Levante ed è ora a +5 sulla zona retrocessione, mentre la compagine di Emery piega con il punteggio di 2 a 1 il Rayo Vallecano e guarda con fiducia alla possibilità di tornare a competere per entrare in Europa. Da segnalare infine il sesto cambio stagionale su una panchina della Liga: dopo il pesante 3 a 0 subito a San Sebastian, è stato esonerato il tecnico del Maiorca Joaquin Caparros, il cui posto verrà preso da Gregorio Manzano, che ha già guidato per cinque anni dal 2005 al 2010 i bermellones delle Baleari.

Risultati 22°giornata:

Valladolid – Athletic Bilbao 2-2 (01/02, Josè Zorrilla, Valladolid)

Osasuna – Celta Vigo 1-0 (02/02, Reyno de Navarra, Pamplona)

Getafe – Deportivo La Coruna 3-1 (02/02, Coliseum Alfonso Perez, Getafe)

Espanyol – Levante 3-2 (02/02, Cornellà-El Prat, Barcellona)

Granada – Real Madrid 1-0 (02/02, Nuevo Los Carmenes, Granada)

Malaga – Real Saragozza 1-1 (03/02, La Rosaleda, Malaga)

Siviglia – Rayo Vallecano 2-1 (03/02, Ramon Sanchez Pizjuan, Siviglia)

Valencia – Barcellona 1-1 (03/02, Mestalla, Valencia)

Real Sociedad – Maiorca 3-0 (03/02, Anoeta, San Sebastian)

Atletico Madrid – Betis Siviglia 1-0 (03/02, Vicente Calderon, Madrid)

Classifica dopo la 22°giornata:

Barcellona 59, Atletico Madrid 50, Real Madrid 43, Malaga 36, Betis Siviglia 35, Valencia 34, Rayo Vallecano 34, Real Sociedad 33, Levante 33, Valladolid 29, Siviglia 29, Getafe 29, Athletic Bilbao 26, Espanyol 25, Real Saragozza 24, Granada 23, Osasuna 21, Celta Vigo 20, Maiorca 17, Deportivo La Coruna 16

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...