Punto Napoli: Campagnaro salva gli azzurri, ma la Juve scappa

Standard

url

 di Carmine Guarino

Forse la vittoria della Juve nel pomeriggio ha messo il Napoli in difficoltà psicologica. Di sicuro un’ottima Lazio, molto meglio delle ultime uscite, ha creato non pochi grattacapi agli azzurri. Se i Petko boys avessero chiuso la partita prima, Mazzarri sarebbe tornato a casa con 0 punti in cascina. Cavani e compagni, invece, ancora una volta sono riusciti a limitare i danni ed hanno portato via il massimo possibile. Non male.

La partita – Le due squadre scendono in campo con le formazioni tipo, con una sola differenza: la Lazio è in palla, il Napoli no. Dopo 11 minuti Floccari porta in vantaggio suoi: gran dormita di Cannavaro e gol del numero 99 biancoceleste. Candreva e ancora Floccari fanno sudare freddo De Sanctis bravo a salvarsi, con l’aiuto della traversa. Il Napoli si rende pericoloso soltanto con il solito Cavani, fermato dal montante. Nel secondo tempo gli azzurri provano a reagire, ma la Lazio amministra molto bene, sfiorando più volte il raddoppio. Al 42′ del secondo tempo la svolta per il Napoli: Campagnaro pareggia i conti con una girata da antologia che lascia Marchetti immobile. La Lazio potrebbe passare nuovamente nel recupero, ma De Sanctis bacia ancora una volta la traversa. Finisce così 1-1 una bella partita con due squadre coraggiose e volitive che escono fra gli applausi di tutto l’Olimpico. Anche se si vocifera che gli applausi più forte si siano sentiti a Torino, dall’abitazione di un certo Conte, chissà…

Luci – Ieri il Napoli avrebbe meritato di perdere. Lo dicono le statistiche, le azioni e le prestazioni delle due squadre. Il Napoli, però, non ha perso e questo significa che agli azzurri quest’anno gira tutto abbastanza bene e che psicologicamente i ragazzi di Mazzarri sono diventati una grande squadra. Da apprezzare anche il coraggio del tecnico che chiude con Hamsik, El Kaddouri, Pandev, Insigne, Cavani e Calaiò in campo.

Ombre – Difesa troppo distratta e attacco poco pericoloso. Il gol preso è davvero frutto di una disattenzione enorme: Cannavaro si dimentica di Floccari e nessuno degli altri due compagni di reparto accorcia. Avanti, quasi mai pericolosi gli azzurri che, nel finale, devono ringraziare Campagnaro, un difensore.

Quello che verrà – Giovedì sera al San Paolo arriva il Plzen per i sedicesimi di Europa League. La partita non sembra proibitiva ed andare avanti in Europa può essere importante per acquisire ulteriore fiducia. Domenica alle 15 torna il campionato con la sfida contro la Sampdoria. Vietato sbagliare, la Juve è di nuovo a più cinque.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...