Punto Liga: il Barça si “mangia” il Getafe, Siviglia demolito al Bernabeu, l’Atletico non guarisce dal mal di trasferta

Standard

Andres-Iniesta_323890k

di Francesco Carolis

Banalità questa sconosciuta: la ventitreesima giornata della Liga si trasforma in corso d’opera da turno apparentemente interlocutorio a step molto importante per la stagione di un grande numero di squadre impegnate nel perseguimento dei diversi obiettivi stagionali. L’unica nota di regolarità proviene dalle larghe vittorie interne di Barcellona e Real Madrid, le quali non hanno problemi a sbarazzarsi rispettivamente del Getafe e del Siviglia, mentre emozioni a raffica vanno registrate nelle altre gare: l’Atletico Madrid stecca l’ennesima trasferta difficile del campionato cadendo di misura contro la rivelazione Rayo Vallecano, mentre Malaga e Valencia vincono fuori casa e tengono apertissima la lotta per il quarto posto.

Pranzo show al Camp Nou – Erano quasi 50 anni che i tifosi del Barça non vedevano giocare la propria squadra all’ora di pranzo: l’occasione è servita dall’insolito anticipo delle ore 12 contro il Getafe che apre la domenica di calcio spagnolo e i blaugrana rispondono nel migliore dei modi alla fantastica cornice di pubblico del Camp Nou travolgendo per 6 a 1 il Getafe. L’assenza di Xavi per infortunio e le rotazioni in ottica Champions fanno il solletico alla squadra di Jordi Roura, che passa in vantaggio dopo appena sei minuti con il ritrovato Alexis Sanchez: Iniesta serve un pallone magico alle spalle della difesa avversaria e il niño maravilla deve solamente prendere la mira e battere sul tempo l’uscita disperata di Codina per segnare l’1 a 0; il Barça si diverte e fa divertire trovando il raddoppio al 13’ grazie a Messi: la stella argentina, che in settimana ha legato la sua vita calcistica alla compagine della Ciudad Condal rinnovando il proprio contratto fino al 2018, sfrutta un altro assist da favola di Iniesta e con un sinistro in spaccata marca la sua rete numero 299 con la maglia della sua squadra. Con il risultato in ghiaccio il resto del match diventa una lunga esibizione dei campioni blaugrana: al 58’ va in rete Villa, servito da un preciso passaggio filtrante di Jordi Alba, mentre al 79’ fa poker Tello con un tiro di pregevole fattura dal limite dell’area. Il Getafe cerca di rendere meno pesante il passivo con la marcatura di Alvaro Vazquez, ma il Barça non è ancora pago di quanto ottenuto e trova addirittura la quinta e la sesta rete nei minuti finali dell’incontro: prima è Iniesta a coronare una fantastica prestazione appoggiando comodamente in rete l’assist di Messi, poi è Piquè a finalizzare un azione stile calcetto dei blaugrana chiudendo definitivamente i conti. Il Barcellona coglie dunque un’altra comoda vittoria fra le mura amiche e conferma di aver superato il momento difficile vissuto nel mese di gennaio preparandosi nel migliore dei modi alle incombenti sfide europee.

Troppo Ronaldo per i rojiblancos Il progetto di rinascita del Siviglia di Unai Emery subisce una pesante quanto ragionevolmente inevitabile sosta nella trasferta di Madrid contro il Real: la squadra di Mourinho rifila un secco 4 a 1 agli andalusi dimostrando di essere mentalmente e fisicamente pronta alla sfida di Champions con il Manchester United che deciderà in modo quasi definitivo le sorti della stagione dei blancos. Al minuto 18 i padroni di casa passano a condurre l’incontro con la rete di Karim Benzema, che appoggia con facilità il pallone alle spalle di Beto dopo l’assist di Ronaldo. CR7 diventa l’assoluto protagonista del match già al 26’ firmando il raddoppio con un implacabile sinistro da fuori area: il portoghese mette il lucchetto definitivo sui tre punti del Real mettendo a segno ad inizio ripresa anche il terzo goal dopo una grave indecisione sulla trequarti della difesa di Emery; la tripletta personale arriva al 58’ al termine di un contropiede micidiale dei blancos orchestrato da Higuain e finalizzato dallo stesso Ronaldo. La rete del definitivo 4 a 1 ad opera di Manu serve solo per le statistiche e non intacca l’ottima prestazione delle merengues: Ferguson e i suoi farebbero paura a chiunque, ma il Real ha ritrovato consapevolezza dei propri straordinari mezzi e a poche ore dall’andata degli ottavi il pronostico sembra aver ritrovato il giusto e naturale equilibrio dovuto ad una sfida fra due squadre così stellari.

Fortino Vallecas – L’Atletico di Simeone prosegue nell’altalena di risultati e prestazioni fra le grandi partite giocate al Calderon e le pesanti sconfitte lontano da Madrid: stavolta è toccato ad un Rayo Vallecano ogni giorno più sorprendente fermare la corsa dei colchoneros verso il secondo posto. La squadra di Paco Jemez trova le due reti decisive nel primo tempo grazie a Bangoura e al giovane brasiliano Baptistao: la rete di Falcao a tempo scaduto non addolcisce la pillola ad un Atletico che faticherà non poco a contenere la rimonta del Real in classifica. In zona Champions successi pesantissimi anche per il Malaga e per il Valencia: i ragazzi di Pellegrini vincono in trasferta per 2 a 1 lo scontro diretto sul campo del Levante e salgono a quota 39 punti, mentre la compagine di Valverde passa al Balaidos di Vigo con la rete nel finale di Valdez.

Depor nel baratro – Non si ferma la rincorsa dell’Espanyol verso le posizioni più tranquille della graduatoria: i periquitos di Aguirre passeggiano al San Mames contro un pessimo Bilbao e trovano un 4 a 0 che vale la quarta vittoria nelle ultime cinque partite. Pesantissima sconfitta interna anche per il Deportivo La Coruna: la squadra di Paciencia, in odore di dimissioni, prende tre goal dal Granada ed è sempre più sola sul fondo della classifica in un momento cruciale della stagione. Nella lotta per non retrocedere da registrare l’1 a 1 nello scontro diretto fra Maiorca ed Osasuna: all’Iberostar Estadi gli ospiti assaporano i tre punti con la rete al 77’ di Lolo, ma vengono raggiunti in extremis da Geromel.

Risultati 23°giornata:

Maiorca – Osasuna 1-1 (09/02, Iberostar Estadi, Palma de Mallorca)

Celta Vigo – Valencia 0-1 (09/02, Balaidos, Vigo)

Levante – Malaga 1-2 (09/02, Ciudad de Valencia, Valencia)

Deportivo La Coruna – Granada 0-3 (09/02, Riazor, La Coruna)

Real Madrid – Siviglia 4-1 (09/02, Santiago Bernabeu, Madrid)

Barcellona – Getafe 6-1 (10/02, Camp Nou, Barcellona)

Real Saragozza – Real Sociedad 1-2 (10/02, La Romareda, Saragozza)

Athletic Bilbao – Espanyol 0-4 (10/02, San Mames, Bilbao)

Rayo Vallecano – Atletico Madrid 2-1 (10/02, Vallecas, Madrid)

Betis Siviglia – Valladolid 0-0 (11/02, Benito Villamarin, Siviglia)

Classifica dopo la 23°giornata:

Barcellona 62, Atletico Madrid 50, Real Madrid 46, Malaga 39, Valencia 37, Rayo Vallecano 37, Real Sociedad 36, Betis Siviglia 36, Levante 33, Valladolid 30, Siviglia 29, Getafe 29, Espanyol 28, Granada 26, Athletic Bilbao 26, Real Saragozza 24, Osasuna 22, Celta Vigo 20, Maiorca 18, Deportivo La Coruna 16

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...