Punto Premier League: United con il titolo in tasca, le londinesi in lotta per la Champions

Standard

Man-United-Vs-Everton-2

Di Marco Mottini

26° giornata di Premier segnata dal definitivo allungo dello United sul City, arrivato a +12 sui rivali con il 20° titolo cucito per metà sulla maglia.

All’Old Trafford i ragazzi di Ferguson ospitano l’Everton, pronti a non regalare niente agli avversari. Ma dal primo minuto di gioco c’è solo una squadra in campo: i Red Devils già al 9′ potrebbero andare in vantaggio, ma il palo salva i Toffes dalla botta sicura di Van Persie. Pochi minuti dopo, però, la fortuna gira dalle parti di Giggs: dopo il controllo e tiro del gallese il pallone tocca di nuovo il legno della porta ma, questa volta, cambia traiettoria e si insacca alle spalle di Howard. Nessuna reazione degli ospiti, con lo United che domina per l’intero arco della partita, chiudendo il match al 45′ con il solito Van Persie che blocca il punteggio sul 2-0.

Una macchina da guerra la squadra di Sir Alex, a cui neanche il City riesce a tener testa. La banda di Mancini arriva al St. Mary’s Stadium ospite del Southampton. Gara caratterizzata dai grossolani errori in difesa da parte di Barry, autore anche di un autogol nel finale, e di Hart che aiutano la squadra di Pochettino ad imporsi per 3-1, regalando una prova maiuscola ai suoi tifosi. Addio al titolo, con un Mancini furioso al termine dei 90′ : “Voglio solo giocatori pronti a lottare nelle ultime 12 partite. Cambierò diversi elementi per la prossima partita, contro il Southampton non abbiamo lottato su ogni pallone, sono davvero arrabbiato, molti giocatori mi hanno deluso.

Per la zona Champions ormai si gioca tutto a Londra. Il Chelsea annienta con un secco 4-1 il Wigan in casa, con le reti di Ramires, Hazard, Lampard e Marin, portandosi a -4 dal City, con lo scontro diretto previsto per la prossima giornata. Il Tottenham da spettacolo al White Hart Lane contro il Newcastle. Man of the match, come al solito, Gareth Bale che nelle ultime giornate torna ad esprimersi sui livelli di 2 anni fa, autore di una doppietta che regala il 2-1 agli Spurs. Ennesima partita di sofferenza, invece, per Wenger: l’Arsenal riesce a mantenere l’1-0 siglato da Cazorla al 36′ fino al termine della partita, subendo gli attacchi del Sunderland nell’ultimo quarto d’ora. 5° posto e rincorsa all’Europa che conta.

Nella lotta per non retrocedere l’Aston Villa ritrova la vittoria contro il West Ham, approfittando del passo falso di Reading, Wigan e QPR (sconfitti rispettivamente da Stoke, Chelsea e Swansea) facendo un passo avanti in classifica ed avvicinandosi a Norwich e Fulham, rimasti sullo 0-0 nello scontro diretto.

Monday Night tra Liverpool e WBA. Gli uomini di Steve Clarke tengono testa ad un ottimo Liverpool, riuscendo a portarsi prima in vantaggio con McAuley all’ 81′ e poi a gelare Anfield Road con Lukaku poco prima del fischio finale. Brutto stop per i Reds, soprattutto dopo le ottime prestazioni viste contro Arsenal e City.

Risultati:

Aston Villa-West Ham 2-1
Chelsea-Wigan 4-1
Liverpool-West Bromwich 0-2
Manchester Utd-Everton 2-0
Norwich-Fulham 0-0
Southampton-Manchester City 3-1
Stoke City-Reading 2-1
Sunderland-Arsenal 0-1
Swansea-QPR 4-1
Tottenham-Newcastle 2-1

Classifica:

Manchester Utd. 65, Manchester City 53, Chelsea 49, Tottenham 48, Arsenal 44, Everton 42, Swansea 37, West Bromwich 37, Liverpool 36, Stoke City 33, West Ham 30, Fulham 29, Sunderland 29, Norwich 29, Southampton 27, Newcastle 27, Aston Villa 24, Reading 23, Wigan 21, QPR 17

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...