Punto Liga: 301 volte Messi a Granada, Real ok nel derby con il Rayo, l’Espanyol punta l’Europa League

Standard

130217183455-alvaro-morata-440-single-image-cut

di Francesco Carolis

Il campionato spagnolo persevera nello straordinario obiettivo di far divertire ogni weekend tutti gli appassionati nonostante la sostanziale stabilità delle primissime posizioni della classifica: il ventiquattresimo turno della Liga si fa notare infatti più per i risultati dei match di squadre in lotta per l’Europa e per la salvezza che per le vittorie, comunque non facilissime, ottenute da Barcellona e Real Madrid.

La Pulce rimonta Ighalo – Il Barcellona torna a timbrare il cartellino dei tre punti fuori casa espugnando per 2 a 1 il campo del Granada: la capolista ottiene una vittoria sudata più del previsto grazie alla doppietta da record di Leo Messi, arrivato a quota 301 reti con la maglia blaugrana. Il primo tempo vive sul filo dell’equilibrio con le due squadre che si affrontano secondo il canovaccio tattico più gettonato alla vigilia: il Barça gestisce il possesso palla e cerca di sfiancare la difesa avversaria, mentre i padroni di casa sono sempre pronti a ripartire in velocità per fare male con la lodevole tecnica dei propri delanteros. Il Granada passa a condurre a sorpresa l’incontro al minuto 26: l’ex canterano Nolito serve di testa un comodo assist ad Ighalo, il quale appoggia la sfera in rete trovandosi però in sospetta posizione di fuorigioco; la reazione ospite è tutta nella classe di Messi, che tuttavia deve aspettare il 50’ per marcare il pareggio: Fabregas conclude di potenza verso la porta di Toño, il quale respinge malamente il pallone verso il centro dell’area dove la Pulce è lestissima a ribadire dentro l’1 a 1; il Barça continua a spingere sfruttando il netto calo fisico e mentale del Granada trovando il definitivo vantaggio al 72’: Messi pennella una deliziosa punizione dal limite dell’area segnando il suo goal numero 301 ed infilando l’ennesimo record della sua incredibile carriera. Nonostante l’ampio turnover deciso da Jordi Roura, i blaugrana ottengono un successo importante in una di quelle classiche “partite-svolta” nella corsa al titolo che fanno la differenza nel rendimento in classifica di una squadra: il Barça può dunque concentrarsi a pieno regime sull’impegno odierno di Champions contro il Milan, che darà un primo segnale chiaro sulle possibilità di tornare a dominare in ogni competizione la scena del calcio mondiale.

Morata e Ramos risolvono il derby – Partita dall’andamento insolito al Santiago Bernabeu tra il Real di Mourinho e la rivelazione stagionale Rayo Vallecano con i blancos, reduci dal pareggio interno contro il Manchester United nell’andata degli ottavi di Champions, che chiudono i conti già nei primi venti minuti di gioco: al 3’ Morata, insolitamente preferito da Mourinho a Karim Benzema, ripaga l’insperata fiducia del tecnico segnando su assist di Ronaldo il suo primo goal davanti al proprio pubblico; pochi giri d’orologio più tardi è Sergio Ramos a conquistarsi nel bene e nel male la scena del derby madrileno: al 14’ il difensore andaluso insacca di testa il 2 a 0 trasformando in oro una punizione battuta da Ozil, poi riesce nell’impresa da record di farsi espellere procurandosi due cartellini gialli nel minuto 17. Il Real gestisce con grande autorità la situazione di inferiorità numerica unita al doppio vantaggio e conquista il derby madrileno senza soffrire eccessivamente la pressione ospite nella restante parte del match; Mourinho festeggia con una vittoria le 100 partite sulla panchina dei blancos e vede avvicinarsi sempre di più la fase decisiva della stagione: in campionato prosegue l’inseguimento ai cugini dell’Atletico per la conquista del secondo posto, mentre nelle Coppe sarà molto più difficile ribaltare i risultati di 1 a 1 delle gare d’andata contro avversari stellari quali Barça e United.

Tris Atletico a Valladolid – I colchoneros superano parzialmente lo shock della sconfitta interna con il Rubin Kazan in Europa League grazie al 3 a 0 ottenuto sul campo del Valladolid: la squadra di Simeone sblocca il risultato al minuto 11 con il ritrovato Falcao per poi chiudere il match nella ripresa in virtù delle reti di Diego Costa e Rodriguez; l’Atletico sarà chiamato domani sera ad una complicatissima remuntada nella fredda Russia dove si giocherà le ormai flebili speranze di difendere fino in fondo il titolo conquistato nella passata stagione. Turno significativo in zona Champions League, con le vittorie interne di Malaga e Valencia che fanno crescere esponenzialmente le possibilità di vedere una lotta a due per il quarto posto: la squadra di Pellegrini, sconfitta giustamente ieri sera dal Porto negli ottavi di Champions al termine di una prestazione oltremodo negativa, ha battuto sabato l’Athletic Bilbao con la rete al 18’ di Saviola, mentre la compagine di mister Valverde ha regolato per 2 a 0 il Maiorca al Mestalla grazie a Ricardo Costa e al bomber Roberto Soldado.

Espanyol senza freni – Sembra assumere ogni giorno di più il carattere d’inevitabilità l’ascesa dell’Espanyol verso le posizioni di medio-alta classifica: i biancoblu di Valverde piegano il Betis Siviglia con il goal in apertura di match siglato da Sergio Garcia e mettono in cascina altri tre punti fondamentali da un lato avvicinando ancora le squadre in lotta per l’Europa, di contro mettendo un gap sempre crescente rispetto alla zona calda della Liga. Esordio da dimenticare per Fernando Vazquez sulla panchina del Deportivo La Coruna: i turcos cadono per 3 a 1 sul campo del Siviglia nell’anticipo del venerdì sera e non migliorano la propria difficilissima situazione di classifica; l’arrivo di un tecnico molto particolare come El Profe Vazquez, che ha allenato negli ultimi sette anni la “nazionale” della Galizia, potrà dare una spinta emotiva non indifferente ad un Depor che deve evitare in tutti i modi un’altra clamorosa retrocessione.

Risultati 24°giornata:

Siviglia – Deportivo La Coruna 3-1 (15/02, Ramon Sanchez Pizjuan, Siviglia)

Getafe – Celta Vigo 3-1 (16/02, Coliseum Alfonso Perez, Getafe)

Malaga – Athletic Bilbao 1-0 (16/02, La Rosaleda, Malaga)

Granada – Barcellona 1-2 (16/02, Nuevo Los Carmenes, Granada)

Osasuna – Real Saragozza 1-0 (16/02, Reyno de Navarra, Pamplona)

Real Sociedad – Levante 1-1 (17/02, Anoeta, San Sebastian)

Valencia – Maiorca 2-0 (17/02, Mestalla, Valencia)

Valladolid – Atletico Madrid 0-3 (17/02, Josè Zorrilla, Valladolid)

Espanyol – Betis Siviglia 1-0 (17/02, Cornellà-El Prat, Barcellona)

Real Madrid – Rayo Vallecano 2-0 (17/02, Santiago Bernabeu, Madrid)

Classifica dopo la 24°giornata:

Barcellona 65, Atletico Madrid 53, Real Madrid 49, Malaga 42, Valencia 40, Real Sociedad 37, Rayo Vallecano 37,  Betis Siviglia 36, Levante 34, Siviglia 32, Getafe 32, Espanyol 31, Valladolid 30, Granada 26, Athletic Bilbao 26, Osasuna 25, Real Saragozza 24, Celta Vigo 20, Maiorca 18, Deportivo La Coruna 16

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...