Milan – Lazio 3-0: le pagelle

Standard

 

di Alessia Fratarcangeli

AC Milan
Abbiati – 6 non incontra grossi pericoli stasera, guarda la partita per lo più da spettatore e si fa trovare pronto su tiro centrale di Floccari e su una punizione non troppo angolata di Hernanes.
Abate – 6.5 incisivo e puntuale quando riesce a infilarsi sulla corsia di destra; ottima sintonia con Boateng. C’è anche lui tra gli autori delle azioni che porteranno a due dei tre gol rossoneri.
Zapata – 6 controlla bene e attentamente le situazioni più difficili, aiutando i compagni e il suo compito non è di certo facilitato il suo problema all’adduttore che lo costringerà al cambio. Zaccardo (46’) – 6 non incontra difficoltà data la non incisività da parte degli avversari.
Yepes – 6 decisivi alcuni suoi interventi, soprattutto di testa. Per il resto sbaglia qualcosa in un paio di uscite, ma i biancocelesti non sono così reattivi da approfittarsene.
De Sciglio – 6.5 come al solito mette in mostra la sua tecnica e la sua brillantezza sulla fascia sinistra e viene fuori ancora di più quando vediamo la bella intesa che va sempre più rafforzandosi con il faraone El Shaarawy.
Flamini – 6 normale amministrazione per il francese che se la cava anche a tu per tu con un Hernanes poco brillante. Nel secondo tempo prova anche a farsi avanti in fase offensiva.
Ambrosini – 6.5 a centrocampo è lui il veterano e a lui tocca organizzare gli spazi e guidare la retroguardia. Lo fa con non troppa fatica, ordinando il reparto e leggendo attentamente ogni minima situazione.
Montolivo – 6.5 a centrocampo i biancocelesti riescono a braccarlo più di una volta, ma è notevole la crescita fatta fino ad ora. Sempre in netto miglioramento e più di una volta riesce a far sganciare e avanzare De Sciglio sulla sinistra.
Boateng – 7 l’intesa con Abate è più forte e le sue prestazioni sono sempre più positive e incisive per tutta la squadra. Segna il 2-0 con un tap-in su colpo di testa di Pazzini ribattuto da Marchetti. Robinho (76’) – s.v.
Pazzini – 7.5 regalando questa fantastica doppietta ai suoi tifosi non fa di certo rimpiangere troppo l’assenza di SuperMario. Si rende pericoloso già a pochi minuti dall’inizio; al 39’ sigla l’1-0 spingendo dentro la palla non trattenuta da Marchetti su tiro di Abate. Il 3-0 lo sigla nuovamente lui con un preciso tiro dalla distanza. Niang (67’) – 6 la qualità di certo non manca; va vicino al gol a 5 minuti dalla fine quando colpisce la traversa.
El Shaarawy – 7 non mette la sua firma con uno dei suoi gol, ma lascia il segno con la sua ennesima prestazione positiva. È sempre in agguato, si propone più volte in avanti, centra anche lui nel gol di Pazzini e grazie a lui Candreva viene espulso. Cala un po’ nel secondo tempo, quando si mangia il gol del 4-0.
All.Allegri – 7 la sua squadra si trova sicuramente in vantaggio data la superiorità numerica per ben 75 minuti. Ma i suoi ragazzi sono sempre in gran forma e dopo il pareggio del derby mettono a punto l’operazione sorpasso e riconquistano il terzo posto. Mettono in perenne difficoltà i biancocelesti, cercando il gol anche quando la gara era praticamente chiusa.

SS Lazio
Marchetti – 5.5 evita in più di un’occasione la goleada; interviene prontamente in un paio di occasioni ma nei primi due gol è sfortunato e impreciso allo stesso tempo, consegnando su respinta la palla prima sui piedi di Pazzini e poi di Boateng.
Pereirinha – 4.5 viene schierato da Petkovic come terzino destro ed è percepibile fin dall’inizio che non è proprio il suo ruolo. Proprio all’inizio consegna la palla involontariamente a El Shaarawy e per tutta la partita faticherà molto a tenere a bada il Faraone e De Sciglio. Cana (46’) – 5.5  entra per rimediare o comunque contenere i danni fatti dal suo compagno di squadra. Ci riesce solo in parte, il danno ormai è fatto.
Biava – 5  dopo 3 minuti salva la palla sulla linea di porta, la difesa però è allo sbando e, anche se è l’ultimo ad arrendersi, non può far nulla per riequilibrare la situazione.
Dias – 5 poco prudente e attento negli interventi, perde più di una volta il duello con Pazzini.
Radu – 4.5 errori su errori che, oltre a fargli perdere la testa, gli costano anche due dei tre gol.
Ledesma – 5 prestazione praticamente sterile, non arriva alcun segnale dal centrocampista, che non è per niente d’aiuto ai suoi compagni già in perenne difficoltà.
Candreva – 4.5 perde palla sulla trequarti e poi per recuperarla entra in modo scomposto su El Shaarawy: rosso diretto e Lazio in 10 dal 16’.
Gonzalez – 6 è l’unico tra i biancocelesti che corre e si fa in quattro per coprire tutto il campo dopo l’espulsione di Candreva. Partita di gran sacrificio.
Hernanes – 5 non è il solito profeta, non illumina nessuna azione dei suoi compagni ed è sempre ben  chiuso dai centrocampisti rossoneri. Si nota la sua presenza solamente in occasione di una punizione tutt’altro che velenosa. Ederson (70’) – 5.5 si propone più volte in attacco, ma non preoccupa minimamente i difensori avversari. Sicuramente però fa più lui che il profeta in 70 minuti.
Lulic – 5 mai un’azione pericolosa, anche perché è ben braccato da Abate.
Floccari – 5 dopo l’espulsione riceve in tutto un solo pallone, calciandolo troppo debolmente per preoccupare Abbiati. Non ha neanche il tempo di entrare in partita. Saha (32’) – s.v.
All. Petkovic – 4.5 l’espulsione cambia le carte in tavola e la sfida per il momentaneo terzo posto la perde malamente. Se la difesa crolla però non è solo per questo motivo ma anche per il cambio di ruolo di Pereirinha, che manda in confusione l’intera retroguardia.

Arbitro Rizzoli – 5 vede il contatto di Candreva ai danni di El Shaarawy che interrompe la corsa del faraone verso la porta; estrae solo dopo qualche minuto il cartellino rosso e assegna giustamente la punizione al limite dell’area mentre i rossoneri protestavano per il presunto contatto in area. Per il resto della partita però appare sempre troppo dubbioso e confuso sulle decisioni da prendere. Ammonisce Pazzini dopo un contatto con Radu per essersi lasciato cadere troppo vistosamente in area e nel finale grazia un intervento di Yepes che poteva anche essere sanzionato con il rosso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...