Lotta salvezza, situazione critica per Palermo, Siena e Pescara

Standard

bergodi

 

di Marco Marini

Sta diventando sempre più difficile la situazione di Palermo, Pescara e Siena. Al termine della 27a giornata di campionato si ritrovano appaiate all’ultimo posto in classifica con la miseria di 21 punti. Il Genoa, attualmente quartultimo, è fermo a quota 26, ovvero a cinque lunghezze dall’ultima piazza. Il Chievo Verona, al momento in quintultima posizione, si trova a 29 punti, quindi ad otto dalla zona retrocessione. Un distacco affatto incolmabile ma molto, molto difficile da recuperare per queste tre formazioni. Sebbene manchino ancora undici giornate di campionato, il che significa che c’è tutto il tempo ancora per conquistare punti importanti, ciò che preoccupa maggiormente è la difficoltà di vincere con le dirette concorrenti. Punti che, a fine stagione, possono risultare fondamentali per la permanenza nel massimo campionato.

Il Palermo continua a non vincere. L’ultimo successo della formazione rosanero risale all’anno scorso, più precisamente al 24 Novembre quando si impose per 3-1 nel derby siciliano contro i rivali di sempre del Catania. Da quella 14a giornata sono arrivati solo sette punti, frutto di sei sconfitte e sette pareggi. Un ruolino di marcia deficitario per una squadra del calibro del Palermo, mai come quest’anno in difficoltà di risultati dal suo ritorno in serie A nel 2004. I quindici punti conquistati al Renzo Barbera ed i soli sei ottenuti   lontano dai propri sostenitori sono un chiaro segnale della stagione rosanero. Un annata iniziata male con la pesante sconfitta casalinga contro il Napoli per 3-0 che può finire ancora peggio, ovvero con la retrocessione in B. Se questi segnali non erano stati presi in considerazione prima, adesso è impossibile far finta di niente. Il match di Domenica prossima potrebbe rivelarsi fondamentale per la squadra di Gasperini per continuare a sperare nella salvezza. Al Renzo Barbera arriverà il Siena di Iachini.

I Toscani, usciti sconfitti dalla gara contro l’Atalanta che ha permesso ai Bergamaschi di ottenere tre punti fondamentali in ottica salvezza, si ritrovano anche loro in una situazione pessima. Il successo casalingo ottenuto contro la Lazio aveva fatto sperare i tifosi senesi in una ripresa, seppur difficoltosa. D’altra parte, tra le tre formazioni che si ritrovano all’ultimo posto, la squadra bianconera è quella che ha dato maggiore dimostrazione di saper reagire. Le due sconfitte subite contro Juventus ed Atalanta, però, hanno fatto ripiombare il Siena all’ultimo posto. Non sono da sottovalutare i sei punti di penalizzazione inflitti ad inizio stagione dalla disciplinare al Siena, penalità che pesa molto in classifica. Con queste sei lunghezze, infatti, il Siena si ritroverebbe a quota 27, ovvero un punto sopra il Genoa, quartultimo, e a soli cinque punti da Bologna, Torino e Parma che gravitano nella zona medio bassa. Domenica prossima, contro il Palermo, sarà una sorta di spareggio dove chi vince potrà sperare ancora mentre chi perde dovrà, con molte probabilità, salutare la massima serie. Un pareggio non servirebbe affatto a nessuna delle due bensì potrebbe rivelarsi utile al Pescara.

Gli Abruzzesi, dopo l’ennesimo passo falso casalingo che ha portato anche all’esonero di Cristiano Bergodi, sono all’ultima spiaggia. Domenica prossima saranno di scena a Bergamo contro l’Atalanta. Proprio contro la formazione che ha sconfitto il Siena, diretta concorrente per la salvezza, il Pescara è chiamato all’impresa. A cominciare dal prossimo turno ogni passo falso con le dirette concorrenti potrebbe risultare fatale. In queste ultime undici giornate rimanenti oltre all’Atalanta dovrà affrontare Chievo Verona, Siena e Genoa, partite da cui il Pescara ha l’obbligo di uscire con i tre punti. La situazione non è assolutamente delle migliori come dimostra il rendimento avuto fino ad ora dove sono stati racimolati solo tredici punti in casa e la miseria di otto in trasferta. Sarà compito dei giocatori e del nuovo allenatore dare il cambio di passo a questa squadra per sperare in una salvezza, obiettivamente difficile. Per farlo bisogna cambiare registro, a cominciare da ora.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...