Punto Roma: benvenuti al Nord(ahl)

Standard

382339_10151339085576943_613766318_n

Di Alberto Rossi

La Roma continua a vincere e, ora, le vittorie consecutive diventano tre. Anche stavolta non manca lo zampino del giocatore giallorosso più forte di tutti i tempi che, con il rigore del momentaneo 1-0, sigla il gol numero 225 in Serie A raggiungendo Gunnar Nordahl al secondo posto dei marcatori di sempre. La serata non può che essere nel segno di Francesco Totti, quindi, e lo stadio, al momento del gol, si è fermato per qualche minuto tributando una gratitudine – che probabilmente non sarà mai abbastanza – al suo capitano. La partita di domenica sera ha rivelato più insidie del previsto, merito soprattutto di un buon Genoa, apparsa una squadra ben organizzata che ha messo in difficoltà i giallorossi specialmente a cavallo dei due tempi. Non si è vista inizialmente una squadra reattiva e brillante come nelle scorse partite e ci è voluto l’episodio del rigore per sbloccare la partita. Anche nella ripresa la Roma ha fatto un po’ di fatica ma questa è una squadra capace di soffrire fino alla fine e portare a casa il risultato. Da segnalare la scelta di Andreazzoli di cambiare modulo nel corso del secondo tempo, passando dal solito 3-4-2-1 al 4-3-3 per arginare meglio i tentativi rossoblù: un ulteriore segnale che dimostra un radicale cambiamento rispetto al passato, semmai ce ne fosse ancora bisogno.

Luci: sin troppo ovvio mettere in evidenza l’ennesimo record di Totti, capace di superare ogni limite. L’altra nota lieta non può che essere rappresentata da Alessio Romagnoli, al debutto da titolare ed autore del gol del 2-1 oltre che di una prestazione assai positiva. Molto bene anche Stekelenburg, finalmente decisivo per questa squadra, avendo salvato il risultato più volte. Bellissima pagina anche quella di Simone Perrotta, uno straordinario professionista capace ancora di essere utilissimo alla causa giallorossa e di andare in gol.

Ombre: l’infortunio di Pjanic nel primo tempo lascia non poco preoccupato tutto l’ambiente giallorosso e si attendono i tempi di recupero. Assenza pesante così come quella di Marquinhos che ha dovuto dare forfait prima della partita ed anche per lui si teme uno stop non brevissimo. Balzaretti ed Osvaldo sono usciti tra i fischi al momento della sostituzione, autori di una prestazione sottotono.

Quello che verrà: la Roma guadagna un’altra posizione in classifica ed ora è settima, sopra il Catania. La quota per il terzo posto si abbassa ma cinque punti dal Milan sono ancora tanti. In questo momento i giallorossi devono innanzitutto riprendere la Fiorentina al sesto posto – sopra di due punti- per rientrare quanto meno in zona Europa League. Si prospetta una trasferta dura ad Udine sabato prossimo, soprattutto per alcune importanti assenze, ma questa nuova Roma deve continuare a raccogliere punti, cosa che finora sta facendo in modo impeccabile.

Una risposta »

  1. L’entusiasmo della panchina della Roma è lo specchio delle vicissitudini della Roma:
    i componenti attuali antepongono gli interessi della squadra a quelli personali e partecipano di cuore ai successi dei compagni in campo…in precedenza gli interessi personali hanno provocato la fine di un progetto di gran calcio,perchè prima non c’era lo stesso entusiamo?Di chi è la colpa?
    Non certo di Zeman…..aspettiamoci tante altre brutte vittorie,se la fortuna ci aiuterà ancora o penose sconfitte,altro che progetto vincente.
    Visto l’arbitraggio di ieri ,incomincio a pensare che anche il “palazzo”ha influito sulla cacciata di Zeman (oltre che i panchinari illustri):non tanto x il rigore inesistente ma x il doppio giallo che è quantomeno sospetto .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...