Champions League, cresce l’attesa per Manchester – Real

Standard

MANCHESTER-REAL2

 

di Marco Marini

“Il mondo si fermerà per guardarci, perché tutti sono curiosi di sapere come andrà a finire. Non sembra un turno di qualificazione, sembra una finale”. Queste sono state le parole di Mourinho nella conferenza stampa che ha preceduto il match di questa sera. Una partita molto interessante su cui si focalizzerà l’attenzione di tutto il mondo calcistico. In palio ci sarà l’accesso ai quarti di finale ma per l’interesse che riveste questa gara ha ragione il tecnico portoghese a paragonarla ad una finale. Prima dell’ andata,  giocata al Santiago Bernabeu, le due squadre si sono incontrate già quattro volte. Il bilancio è favorevole al Real Madrid, uscito vittorioso in tre occasioni, più precisamente due volte ai quarti ed una in semifinale. Ogni volta che si sono ritrovate di fronte, queste due formazioni hanno dato vita a gare molto emozionanti ed avvincenti come accaduto nel 2003. Al 3-1 del Santiago Bernabeu ha fatto seguito il rocambolesco 4-3 dell’Old Trafford.

Ad aumentare il livello di attenzione di questa gara, già alto di suo, sarà la presenza di Cristiano Ronaldo, per la prima volta da ex all’Old Trafford. Lo stadio di Manchester, che ha visto trionfare lo United  con Ronaldo capitano e leader, adesso potrà riabbracciare il fenomeno. Con la piccola differenza, si fa per dire, che non indosserà la maglia rossa del Manchester bensì quella bianca del Real. Un ritorno molto emozionante sia per Cr7 che per quei tifosi che lo hanno amato durante il periodo trascorso  alla corte di Ferguson. Sei anni, dal 2003 al 2009, durante i quali ha guidato lo United alla conquista di una Champions League, di una Coppa del mondo per Club e di sei trofei nazionali. Più precisamente tre campionati vinti nel 2007, 2008 e 2009, una Coppa d’Inghilterra e due coppe di Lega.

Trofei più o meno importanti che lo hanno fatto entrare nelle grazie di Ferguson il quale lo ritiene “un atleta superbo”, un giocatore che “non salta mai una gara, fortissimo nella corsa e nel tiro in porta”. Un pensiero condiviso pienamente da Mourinho che sa di poter contare su un campione vero e proprio in grado sempre di fare la differenza come, sperano i tifosi madrileni, in questa gara.

Una partita che vedrà di fronte per la quindicesima volta due allenatori rivali, entrambi vincenti. Per il momento Ferguson vanta solo 2 vittorie al contrario di Mourinho. Per lui, infatti, sono ben 6 come i pareggi ottenuti negli scontri in cui si sono ritrovati di fronte, in panchina, questi due tecnici.

Tutto fa presagire che, come dichiarato da Cr7, “sarà una partita piena di emozioni”. Non resta che aspettare questa sera per godersi lo spettacolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...