Punto Roma: buon punto ma qualche rimpianto

Standard

540788_479348455459307_2004073135_n

Di Alberto Rossi

Dopo tre vittorie consecutive la Roma continua a fare punti ma, a Udine, ne arriva solo uno. Probabilmente la trasferta al Friuli è una di quelle in cui il pareggio si prenderebbe volentieri, visto che solo la Juve è riuscita a passare in quel campo, sei mesi fa. Ma è chiaro che, quando le cose si mettono come sabato sera, rimane un po’ di amaro in bocca tra i tifosi.

La Roma ha disputato una partita tatticamente impeccabile, messa molto bene in campo e non soffrendo quasi mai l’Udinese. Una volta andati in vantaggio con Lamela, i giallorossi hanno dato l’impressione di poter controllare agevolmente il match; infatti, l’Udinese si è vista in zona offensiva solamente nei primissimi minuti impegnando Stekelenburg con un bell’intervento, poi più nulla. Questo 3-4-2-1 sembra funzionare molto bene nonostante le assenze di Marquinhos, Pjanic e Osvaldo (quest’ultimo in panchina per scelta tecnica). Il pari dell’Udinese arriva sull’unica occasione dei friulani nella ripresa, complici anche gli errori di Piris e Burdisso, da qui i rimpianti. Senza contare che Osvaldo, entrato a gara in corso, sciupa un’occasione clamorosa nel finale solo davanti al portiere tentando un improbabile pallonetto.

Qualche perplessità sulla sostituzione Totti-Osvaldo avvenuta troppo presto (12’st) in un momento in cui la Roma non sembrava aver bisogno di cambiare, forse l’unico errore di Andreazzoli nella partita. Spazio anche per qualche recriminazione arbitrale, poiché un rigore su Torosidis nella ripresa sembrava netto.

Luci: dietro la squadra non soffre più come una volta e dimostra di essere molto compatta, la mano del nuovo allenatore si vede. Uscire con un punto da Udine – dove Milan, Fiorentina e Inter hanno perso – è pur sempre un buon risultato.

Ombre: il gol preso era evitabile, difesa poco attenta. L’incontro poteva essere chiuso anche prima quando la Roma aveva ostruito tutti gli spazi all’Udinese. Imperdonabile l’errore di Osvaldo nel finale. Non convince la mossa di togliere Totti così presto.

Quello che verrà: il pareggio di sabato sera permette di staccare ulteriormente il Catania e guadagnare un punto su Lazio e Inter, ora a +3. Il terzo posto è molto lontano ma non c’era da illudersi nemmeno prima, per l’Europa League la corsa è ancora possibile su tutte le altre tre squadre sopra (Fiorentina, Lazio, Inter). Il prossimo impegno non si può sbagliare: i giallorossi se la vedranno in casa contro il Parma, salvo fumate bianche.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...