A Roma ci sono un americano, uno sceicco e una banca…

Standard

sceicco

Di Luigi Pellicone

Sembra una barzelletta: a Roma ci sono un americano uno sceicco e una banca… in realtà c’è ben poco da ridere. La “trattativa” fra Adnan Adel Aref al Qaddumi al Shtewi lo sceicco con più nomi che soldi, e la Roma si conclude con un laconico comunicato. “Roma SPV LLC informa che il partner potenziale non ha consumato l’investimento, non c’è accordo sul prorogare il termine per la chiusura della transazione e l’accordo preliminare con il partner potenziale va considerato risolto”.

Come finisce la storia? Pallotta, l’americano, è ancora alla ricerca di nuovi soci e capitali. Al Qaddumi, lo sceicco, sta per essere iscritto nel registro degli indagati per il reato di aggiotaggio dalla Procura di Roma. E Unicredit? La banca osserva e ritiene che la proposta dello sceicco sia un bluff, confortata dai dati provenienti dalla Centrale Rischi di Bankitalia.
E i soldi? Quali soldi? I famosi 50 milioni per entrare come socio nella Roma? Non ci sono. Of course.
Peccato, fanno sapere da oltreoceano. Ma non c’è problema: anzi “no problem”. Pallotta è sereno, anche se è sempre alla ricerca di nuovi investitori. Intanto i tifosi della Roma possono godersi l’accordo con la Nike fino al 2024. Le maglie giallorosse faranno bella mostra di sé in tutto il mondo, altro che aspettare i saldi all’outlet di Valmontone. Evviva.
Sorrisi a parte, alcune domande sono lecite, altre spaventano. Perché Pallotta ricerca continuamente nuovi investitori? Vuole potenziare il brand Roma o cerca di disfarsene? La Banca, in tutto questo, che ruolo ha? È socia al 40%. Vuole tenersi stretta la sua quota, o non vede l’ora di venderla e magari realizzare un guadagno? Chi e, soprattutto, perché, ha fatto trapelare la voce dello sceicco? Sarebbe opportuno ricordare che dopo l’”offerta” di Al Qaddumi il titolo azionario della Roma, società quotata in borsa, è oscillato sino a toccare un rialzo del 9,73% a 0,538 euro. Insomma, quanto accaduto spinge i maligni a trattare la storia dello sceicco alla stregua di un’operazione di speculazione. A chiarire la situazione, in questo senso, ci penseranno la Guardia di Finanza e la Procura di Roma.

Rileggendo, scopriamo di aver parlato di finanza e non di calcio. Ultima domanda. I tifosi della Roma meritano tutto questo?

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...