Milan, addio secondo posto?

Standard

allegrimilan

 

 

di Marco Marini

Le speranze del Milan di raggiungere il secondo posto, con molta probabilità, si sono spente al termine del match contro il Napoli, posticipo della trentaduesima giornata. Una gara finita con un pareggio per 1-1 che accontenta solo i partenopei mentre lascia l’amaro in bocca in casa rossonera. Come accaduto all’andata, anche ieri sera la partita è terminata con un pareggio. A differenza della gara del San Paolo, però, dove la squadra di Allegri è uscita dal campo soddisfatta per aver recuperato due reti, ieri chi può sorridere è il Napoli, non certamente il Milan. Con un successo rossonero, infatti, questa gara avrebbe potuto riaprire, anzi avrebbe proprio riaperto la lotta per il secondo posto. Così non è stato ed ora il cammino per la formazione milanista diventa sempre più difficile perché le giornate che mancano solo solamente sei, i punti di distacco dal Napoli, attualmente secondo, sono rimasti quattro e nel prossimo turno saranno impegnati contro la Juventus, per giunta fuori casa. A sei giornate dalla fine, quattro punti rappresentano un distacco considerevole, difficile da colmare.

Più che per il numero di giornate rimanenti prima della fine della stagione, sono i prossimi impegni del Napoli a far perdere le speranze ai rossoneri di acciuffare la seconda piazza. Gare che vedranno impegnata la squadra di Mazzarri contro Cagliari, Pescara, Bologna e Siena, ovvero contro squadre, sulla carta, inferiori agli azzurri. Gli unici ostacoli possono essere rappresentati dall’Inter, che i partenopei dovranno affrontare al San Paolo, e dalla Roma, fuori casa, nell’ultima giornata di campionato dove ormai le posizioni possono essere già delineate. Tutto sommato il Milan ha, dal canto suo, impegni altrettanto abbordabili contro Catania, Torino, Pescara e Siena. A differenza del Napoli, però, i rossoneri dovranno giocare, Domenica sera, contro una  Juventus che vuole chiudere il discorso scudetto il prima possibile e, nella penultima giornata, contro la Roma che, vista la classifica attuale, dovrà lottare, se non fino all’ultima giornata, almeno fino alla penultima, per poter entrare in Europa League.

D’altra parte il Milan sta pagando il pessimo inizio di campionato dove, nelle prime otto giornate, ha totalizzato la miseria di sette punti. Un ruolino di marcia da squadra che non lotta certamente per lo scudetto. Con l’arrivo di Balotelli, nel mercato di riparazione di Gennaio, la formazione di Allegri ha trovato la quadratura giusta in campo grazie alla quale ha avuto un cambiamento radicale. Che il Milan si sia svegliato tardi è vero ma è altrettanto vero che ancora tutto è possibile. Le partite rimanenti sono sempre meno e al momento il secondo posto  sembra un miraggio, soprattutto dopo il pareggio di ieri contro il Napoli che mantiene inalterate le distanze tra le due formazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...