Archivi tag: man city

On air “L’Europa che conta”

Standard

Nuova puntata de “L’Europa che conta” sulla web radio.

Analisi della gara di Europa League della Lazio e della Juventus in Champions League.

Classico approfondimento sui principali temi del week-end di calcio italiano: spiccano il derby Roma- Lazio, Fiorentina- Milan.

Calcio estero: spicca il big match tra Manchester United – M. City.

Consueto appuntamento dei pronostici per le scommesse.

In studio: Michele De Angelis e Giampaolo Caldarini

Per ascoltare la puntata: http://213.175.198.64/~tv3/socialfootball.it/web-radio_socialfootball5.htm

Per scaricare il podcast CLICCA QUI

Annunci

Punto Premier League: United in paradiso, Benitez sorride

Standard

EDY07_SOCCER_ENGLAND

Di Marco Mottini

16esima giornata caratterizzata dal derby di Manchester, uno dei più belli ed emozionanti degli ultimi anni. Ci si giocava il primato: lo United l’allungo, il City l’aggancio alla vetta. Primi minuti che hanno visto protagonisti solo i citizens, con la squadra di Ferguson inerme di fronte agli attacchi degli avversari. Ma i red devils, al momento opportuno, è difficile che sbaglino: primo allungo verso la porta del City ed il solito Rooney, sempre più uomo derby, mette il proprio nome sul tabellino. 1-0 e, da quel momento, assedio dello United. Acquistata la giusta fiducia e preso in mano il possesso palla, gli ospiti iniziano a mettere sotto la squadra di Mancini come poche volte è successo quest’anno, riuscendosi a portare sul 2-0, sempre grazie a Rooney, prima del fischio finale del primo tempo. 15′ minuti di pausa rivitalizzanti per Mancini e soci, che al rientro in campo riprendono le redini del gioco arrivando prima sul 2-1, gol di Yaya Toure, ed infine al 88′ sul 2-2 con un tiro dal limite dell’area di rigore di Zabaleta. Ethiad Stadium in estasi, pronto a tornare a casa con un punto importantissimo. Ma non a caso il soprannome dello United è Red Devils: da bravi diavoli riescono, allo scadere del secondo tempo, a rovinare la festa ai citizens. Calcio di punizione dal limite, tiro a girare di Van Persie e palla in fondo alla rete. 3-2 e grande festa per Ferguson, rovinata solo da un tifoso del City pronto a tirare una monetina sul volto di Rio Ferdinand. +6 sui rivali e vittoria della stracittadina. Campionato chiuso? Ancora no, ma è certo che una rimonta su questo Man United non è cosa facile.

Giornata positiva anche per il Chelsea di Benitez. I blues, reduci da due pareggi ed una sconfitta in campionato, riescono a trovare la prima vittoria contro un Sunderland in piena lotta retrocessione. Il tecnico, in piena contestazione e a rischio esonero dopo poche partite, viene salvato dai sui connazionali spagnoli Torres e Mata, il primo autore di una splendida doppietta ed il secondo che segna il terzo gol per i londinesi. 3-1 il risultato finale, inutile il gol della bandiera di Johnson, e terzo posto in solitario.

Autentiche imprese invece quelle delle due squadre di Liverpool. A Goodison Park l’Everton affronta un Tottenham fresco di qualificazione in Europa League. Sotto di 1-0 fino al 90′, i padroni di casa riescono nel finale a rimontare ed a portarsi sul 2-1 in un paio di minuti. Non meno emozionante è stata la partita del Liverpool in casa del West Ham: andati in vantaggio grazie alla rete di Johnson, rimontati e passati in svantaggio alla fine del primo tempo, tra il 76′ ed il 79′ riescono a portarsi sul 2-3 ed a salvare il risultato.

Tra i risultati più importanti c’è la vittoria dell’Arsenal per 2-0 sul WBA, portandosi a 24 punti in classifica, l’importantissimo successo del Southampton sul Reading che lo allontana dalla zona salvezza e lo spettacolare 3-4 tra Swansea e Norwich, con gli ospiti sotto di 3 gol a fine primo tempo e bravi a ribaltare il risultato negli ultimi 45′, grazie al solito Michu sempre più capocannoniere della Premier.

Risultati:

Arsenal-West Bromwich 2-0
Sunderland-Chelsea 1-3
Wigan-QPR 2-2
Southampton-Reading 1-0
Aston Villa-Stoke 0-0
Swansea-Norwich 3-4
Man City-Man United 2-3
West Ham-Liverpool 2-3
Everton-Tottenham 2-1
Fulham-Newcastle 2-1

Classifica: Man United 39, Man City 36, Chelsea 29, Everton 26, Tottenham 26, WBA 26, Arsenal 24, Swansea 23, Stoke 23, Liverpool 22, West Ham 22, Norwich 22, Fulham 20, Newcastle 17, Southampton 15, Aston Villa 15, Wigan 15, Sunderland 13, Reading 9, QPR 7.

Punto Premier League: OK United e Tottenham, si fermano City e Chelsea

Standard

wayne-rooney_2415801b

di Marco Mottini

Si è conclusa la 15° giornata di campionato di Premier League, giocata tra sabato e lunedì, ricca di colpi di scena e conferme, sia in positivo che in negativo. Si iniziano a delineare i piani alti della classifica, con la prima vera fuga stagionale del Manchester United. E’ proprio la squadra di Ferguson a dar vita al Madejski Stadium, insieme al Reading, al match più spettacolare del finesettimana: un 4-3 giocato tutto nei primi 45 minuti. Divertente si, ma quando si vedono 7 gol in così pochi minuti è, la maggior parte delle volte, sinonimo di grossi errori da parte di entrambe le squadre. I Red Devils riescono a rimontare per ben due volte lo svantaggio, grazie anche alla coppia Rooney-Van Persie che stanno dando spettacolo dalla prima di campionato, riuscendo a coprire i grossi problemi difensivi che Ferguson non riesce a risolvere. Primo posto in solitario, +3 sul City ma attenzione, fra una settimana c’è il derby.

Il Manchester City si blocca in casa con l’Everton. Un 1-1 che ha visto i citizens, padroni per l’intero arco della partita, andare in svantaggio grazie all’ottava rete stagionale di Fellaini e trovare il pareggio dal dischetto con Tevez. Secondo tempo con un’unica squadra in campo, ma neanche con l’ingresso in campo di Aguero e Balotelli la squadra riesce a portare a casa i 3 punti. Al termine del match un Mancini nervoso attaccherà la terna arbitrale ed il proprio reparto offensivo; ora toccherà a lui domenica prossima tenere in vita il campionato.

In casa Chelsea la bufera non sembra voler passare. La sconfitta per 3-1 nel derby contro il West Ham non fa altro che peggiorare la situazione di Rafa Benitez, contestato dal primo all’ultimo minuto dai tifosi dei blues, accorsi allo stadio pieni di cartoncini con la scritta “RAFA OUT”. Eppure il vantaggio siglato da Mata aveva illuso il tecnico spagnolo, pronto a riportare su in classifica la squadra e a scacciare qualunque contestazione. Ma il West Ham visto nel secondo tempo ha fatto sembrare il Chelsea una squadra di Championship, portando il risultato sul 3-1 e facendo vacillare ancor di più la panchina di Benitez. Chi sperava di vedere un gioco sfavillante nel dopo-Di Matteo avrà già iniziato a ricredersi.

Chi invece approfitta delle sconfitte di Chelsea e West Bromwich è il Tottenahm, che grazie alla vittoria per 3-0 sul Fulham aggancia entrambe le squadre al terzo posto. Con la seconda vittoria consecutiva Villas Boas sembra aver trovato la quadratura del cerchio, portando il club nelle zone alte della classifica e, soprattutto, convincendo sul campo.

Brutto passo falso dell’Arsenal. Perdendo 2-0 con lo Swansea conferma il pessimo andamento della stagione, facendosi  in un colpo solo superare dai gallesi e dando la possibilità al Liverpool, vincente 1-0 contro il Southampton, di avvicinarsi di sole due lunghezze.

Importantissima la vittoria del Norwich City sul Sunderland. Con il 2-1 conquistato in casa si porta a 7 punti dalla zona retrocessione, portando a cinque partite la serie positiva e allontanando gli spettri di inizio stagione.