Archivi tag: palazzi

Calcioscommesse: Procura Figc convoca Mauri e Sculli

Standard

I calciatori della Lazio Stefano Mauri e Giuseppe Sculli, il massaggiatore biancoceleste Romano Massimo Papola e lo svincolato Omar Milanetto: sono le quattro nuove audizioni disposte dalla Procura federale nell’ambito dell’inchiesta sul Calcioscommesse, relativa al filone d’indagine aperto dai magistrati di Cremona. Tutti e quattro i tesserati sono stati convocati dal Procuratore Stefano Palazzi per il 20 novembre e dovranno fornire chiarimenti in merito alla presunte combine di Lazio-Genoa e Lecce-Lazio, disputate nel maggio 2011. Sia Mauri che Milanetto, erano stati sottoposti a custodia cautelare dai giudici di Cremona lo scorso maggio, ed erano già stati ascoltati dagli inquirenti federali. Per Sculli e Papola si tratta invece della prima convocazione in merito. La Procura ha inoltre spostato l’audizione di Stefano Ferrario, inizialmente prevista per domani a venerdì 16 novembre, mentre quella di Andrea Soncin, in programma il 15 novembre, è stata fissata a venerdì 23 novembre. Calendario aggiornato delle audizioni: – 14 novembre: Silvio Cassaro (ex calciatore iscritto all’albo dei tecnici), Massimo Frassi (ex dirigente del Rodengo Saiano), Antonio Bellavista (tecnico iscritto all’albo);16 novembre: Stefano Ferrario (calciatore Lecce)20 novembre: Stefano Mauri (calciatore Lazio), Giuseppe Sculli (calciatore Lazio), Omar Milanetto (calciatore attualmente svincolato), Romano Massimo Papola (Massaggiatore Lazio); 23 novembre: Andrea Soncin (calciatore Ascoli).

Fonte: Ansa.it

Redazione Social Football

Calcioscommesse. Aggiornamenti da Cremona e Bari

Standard

Qui Cremona

Il Procuratore federale Stefano Palazzi ha incontrato questa mattina il Pm di Cremona Roberto Di Martino. L’obiettivo della visita è quello di rastrellare altri elementi da aggiungere ai numerosi atti passati dalla Procura lombarda in questi mesi di indagini. L’argomento clou dell’incontro è stato sicuramente il conto “svizzero” di Stefano Mauri, la cui posizione è tenuta ancora in sospeso da Palazzi. A tal proposito, secondo la “Gazzetta dello Sport”, è partita la rogatoria in Svizzera per acquisire l’interrogatorio del Pm di Berna, Elena Catenazzi, proprio al calciatore della Lazio, accusato di auto riciclaggio per movimenti di denaro sospetti (circa 350 mila euro) su un conto corrente intestato alla madre. Le date dei bonifici (Novembre 2010) non sembrano però coincidere con le due combine contestate a Mauri ( Lazio-Genoa e Lecce-Lazio) che risalgono a Maggio 2011. L’indagine. sempre secondo la “rosea” potrebbe virare su possibili fondi neri.

Nonostante ciò, Di Martino e soprattutto Palazzi vogliono vederci chiaro ed esaminare comunque tutte le carte, per poi procedere agli eventuali deferimenti di Lazio, Genoa e dello stesso giocatore, che dovrebbero arrivare tra Dicembre e Gennaio.

La settimana prossima sono attesi quelli di Gianello, del Napoli, di Grava e Cannavaro.

Qui Bari: Conte ancora nel mirino

Dopo Albinoleffe-Siena, adesso Antonio Conte dovrà tirarsi fuori anche da Salernitana-Bari, datata 23 Maggio 2009, terminata 3-2 per i campani che conseguirono la salvezza contro un Bari già promosso in Serie A.

Il tecnico della Juventus, che si è visto da poco ridurre la squalifica, e che tornerà in campo il 9 Dicembre, è stato ributtato nell’occhio del ciclone da Vitali Kutuzov, al Bari dal gennaio 2009 e tra i protagonisti della promozione in Serie A.

Secondo la ricostruzione del giocatore, riportata dal “Corriere dello Sport”,  l’attuale tecnico della Juventus sarebbe stato informato direttamente dai suoi uomini della loro volontà di essere decisamente arrendevoli nei confronti della squadra campana alla luce dei legami di amicizia esistenti sul campo (tra i granata c’erano ex del Bari) e sulle tribune (gemellaggio tra le tifoserie).

Conte è già stato ascoltato in gran segreto a Monopoli dagli uomini della Procura di Bari lo scorso 6 settembre e ha dichiarato che non era a conoscenza di nulla sul match incriminato. Non rischia nulla dal punti di vista penale, poiché non sapeva dei soldi arrivati a Bari da Salerno in cambio della sconfitta.

E’ invece un punto interrogativo quello che succederà dal punto di vista della giustizia sportiva, quando l’ inchiesta pugliese sarà chiusa, e Palazzi riceverà le carte. Ascolterà di nuovo lo juventino dopo le 3 ore e mezzo abbondanti di interrogatorio a metà luglio sulla vicenda legata al Siena? Inutile dire che se la Procura federale appurerà che Conte era a conoscenza dell’illecito per Salernitana-Bari, scatterà un nuovo deferimento per omessa denuncia o forse qualcosa di peggio.

Redazione Social Football

Rogatoria svizzera: Mauri interrogato 2 ore a Berna

Standard

Interrogatorio “interessante e proficuo per le indagini” quello condotto dal pm Elena Catenazzi di Berna: questo è quello che filtra da fonti investigative secondo la “Gazzetta dello Sport”, nonostante i verbali siano stati secretati onde evitare fughe di notizie, come spesso è avvenuto da Cremona. Prima un test scritto, poi un colloquio orale per Stefano Mauri, indagato dalla Procura svizzera per auto riciclaggio: nel mirino un conto intestato alla madre del calciatore (sentita con il figlio) e alcuni versamenti sospetti per una somma vicina ai 350 mila euro.

Spettatori più che interestati di questa vicenda sono il Procuratore di Cremona Di Martino, e quello federale Stefano Palazzi: il primo in brevissimo tempo avvierà una rogatoria per acquisire i due verbali (quello di Mauri e quello della madre), il secondo è atteso venerdì proprio a Cremona per un colloquio con Di Martino.

 

Redazione Social Football

Calcioscommesse. Filone Napoli: in arrivo i deferimenti

Standard

Secondo quanto riferito da Sky Sport 24, nella settimana successiva a Juventus-Napoli la Procura Federale, nella persona di Stefano Palazzi, dovrebbe rendere noti i deferimenti relativi al filone d’inchiesta di Napoli sul calcioscommesse.
I deferimenti riguardano la partita Sampdoria-Napoli del Maggio 2010, sulla base delle confessioni dell’ex portiere del Napoli, Matteo Gianello.
Per omessa denuncia, racconta Sky Sport 24, rischiano il deferimento il capitano del Napoli Paolo Cannavaro, Grava, Mascara e Quagliarella (all’epoca giocatore degli azzurri). Per quanto riguarda il Napoli si prospetta un deferimento per responsabilità oggettiva, con una richiesta di pena che potrebbe andare da 1-2 punti di penalizzazione a un’ammenda.

Redazione Social Football

Ultim’ora calcioscommesse: le sentenze di 2° grado, confermati 10 mesi a Conte

Standard

Sono state da poco rese note le sentenze di secondo grado. Nessuno sconto di pena per Antonio Conte.  Nonostante il soccorso di Giulia Bongiorno, la corte di giustizia continua a ritenere credibile Carobbio, quindi sono stati confermati di dieci mesi per due omesse denunce.

Gli appelli della procura federale nei confronti delle assoluzioni in primo grado, come ad esempio Bonucci, Pepe e Di Vaio, saranno sicuramente respinti. Problemi per il Lecce, che ha visto la conferma della sentenza di primo grado: Lega Pro e -5 punti. Sul Grosseto c’è ancora discussione in corso.

A breve il servizio più dettagliato

Immagine

Redazione Social Football

Calcioscommesse: Palazzi di nuovo all’attacco

Standard

Palazzi non ci sta.

Dopo le sentenze di pochi giorni fa della Commissione Disciplinare nell’ambito del processo sul calcioscommesse, il Procuratore Federale ha presentato l’appello per tutti i prosciolti in primo grado.

AlbinoLeffe-Siena, Udinese-Bari, Bologna-Bari e Bari-Lecce le partite di nuovo sotto accusa.

Tra le carte consegnate alla Corte di Giustizia Federale spuntano ancora i nomi di Ferdinando Coppola, Roberto Vitiello, Leonardo Bonucci, Simone Pepe, Nicola Belmonte, Salvatore Masiello, Daniele Portanova, Marco Di Vaio, Giuseppe Vives.

In particolare su AlbinoLeffe-Siena Palazzi è convinto che Vitiello e Coppola abbiano avuto un ruolo maggiore di quello attribuitogli dalla Disciplinare, chiedendo di nuovo l’illecito sportivo; mentre per Bari-Lecce il ruolo determinante di Vives porterebbe alla squadra salentina, oltre alla responsabilità diretta, anche quella oggettiva.

Unico prosciolto il portiere Daniele Padelli.

Questa volta sembrerebbe che Palazzi voglia andare fino in fondo, e chi credeva che l’incubo fosse finito si ritroverà il 20 ed il 21 Agosto di nuovo sotto processo.

Redazione Social Football

Aggiornamento calcioscommesse, salta il patteggiamento di Bonucci e Pepe

Standard

Nella giornata di oggi sono stati effettuati tre tentativi da parte del procuratore Stefano Palazzi, che ieri aveva chiesto 3 anni e 6 mesi per Bonucci e 1 anno per Pepe, ma non sono bastati per trovare un accordo. Oltre al fallimento dei patteggiamenti per i due juventini (accompagnati da Marotta e, dopo l’udienza, partiti per Salerno dove stasera giocaheranno un’amichevole contro il Malaga), sono saltati anche quelli di Nicola Belmonte, Salvatore Masiello e della società Udinese.
L’accordo è stato trovato solo per Simone Bentivoglio, che ha patteggiato 13 mesi di squalifica e 50.00€ di multa.

(fonte Ansa)
Immagine