Archivi tag: wenger

Mertesacker: il difensore banchiere

Standard

mertesacker

di Edoardo Iannone

A cinquant’anni dall’accordo dell’Eliseo, che mise fine alla conflittualità fra Germania e Francia e che sancì l’inizio di relazioni amichevoli a livello commerciale e culturale fra le due nazioni, dall’Inghilterra arriva un ulteriore segnale di fiducia che dovrebbe avvicinare i due paesi, in questo caso l’attestato di stima non arriva da membri del governo ma comunque da un illustre francese.
Il tecnico dell’Arsenal, Arsene Wenger, ha infatti dichiarato che il giocatore per cui nutre più rispetto e fiducia a livello finanziario è Mertesacker. Come alcuni di voi già sapranno, il manager transalpino, insieme a Sir Alex, è uno dei più attenti ai comportamenti dei suoi giocatori e al mantenimento della disciplina e delle regole da lui stilate. Per questo motivo le multe in casa Arsenal sono abbastanza comuni, è questo non ci colpisce, essendo ormai un costume multare i propri tesserati in caso di comportamenti non appropriati. La particolarità risiede nel fatto che l’esattore designato per queste multe sia proprio il difensore teutonico. Sicuramente non una cosa comune per un club tanto importante e dalla struttura societaria forte come l’Arsenal.

wenger

Quando i reporter inglesi hanno chiesto le motivazioni di questa decisione al tecnico la risposta è stata semplice e concisa: “Perchè lui è tedesco!”. Wenger ha poi scherzato con i giornalisti sull’argomento: “La Germania è un paese economicamente sano e noi lo rispettiamo per questo. Sono gli unici che sanno come fare i soldi in Europa ed è per questo che abbiamo scelto un tedesco come cassiere!”.

Arsenal-training-ground

Queste curiose dichiarazioni sono state rilasciate dal tecnico a causa di una fuga di notizie dallo spogliatoio dei cannonieri. La scorsa settimana un supporter del club londinese, durante un tour guidato del campo di allenamento dell’Arsenal, ha scattato una foto della lista di regole stilata dal manager, e, naturalmente, ha colto l’occasione per renderla pubblica sul web. Wenger si è detto sinceramente arrabbiato per l’accaduto: “tutto ciò è molto fastidioso, in quanto pensavo ci fosse della privacy all’interno dello spogliatoio e quando scopri che così non è non si può far altro che arrabiarsi.”il tecnico ha poi continuato: “non credo si sia trattato di malizia. Mi sembra sia stato fatto il tutto con molta innocenza. Non credo ci fosse l’intenzione di danneggiare la squadra. Io non parlo di quello che avviene all’interno dello spogliatoio, poiché noi viviamo in un mondo in cui non si deve avere il diritto di entrare nel nostro ritiro per sapere esattamente ciò che avviene. È sempre più ridicola la situazione adesso in quanto tutto viene rivelato al pubblico. Dobbiamo rispondere per le nostre brutte prestazioni e non per tutto quello che succede nel club” ha infine chiosato Wenger.

I tifosi dei “Gunners” sperano che questo avvenimento non peggiori ulteriormente il morale della squadra, che al contrario ha bisogno di tutta la tranquillità possibile per evitare di chiudere nuovamente la stagione senza trofei.

Di seguito troverete la lista completa stilata da Wenger.

tabella

Annunci

Wenger: “Contento per l’eliminazione del City”

Standard

Parole pesanti quelle del tecnico dell’Arsenal, che hanno lasciato in Inghilterra un po tutti a bocca aperta dopo il pareggio della squadra di Mancini in casa contro il Real e l’eliminazione matematica dalla Champions dei citizens.

Il francese non ha mai nascosto la sua avversione alla politica del club di Manchester, e si è detto contento per il secondo addio consecutivo all’Europa: “E ‘una soddisfazione enorme perché a volte ho avuto le spalle al muro essendo accusato di non spendere le fortune. Abbiamo dimostrato che siamo in grado di agire con il nostro modo di fare e con la società in una situazione finanziaria buona, e con i giocatori che provengono dal nostro sviluppo dei giovani. Ci sono molti modi per avere successo e il nostro è uno di questi“.

Dichiarazioni che potrebbero far pensare ad un disinteresse del tecnico per i club inglesi in Europa e di tutto ciò che di positivo può portare alla crescita del proprio campionato, ma in realtà non è così. Il tecnico pensa ancora che quello inglese è il migliore in Europa: “In Inghilterra, se vogliono un giocatore lo prendono, ancora. Fino a quando ciò accade sarà il campionato più potente d’Europa. C’è qualcosa di più qui. Non è solo collegato con quello che si vede in campo, ma come si fa il calcio. Questo è quello che io credo e quando parlo con i giocatori dicono la stessa cosa“.

Redazione Social Football

Eboue attacca Van Persie su Twitter

Standard

Il passaggio di Robin Van Persie dall’Arsenal al Manchester United, giunto ormai agli annunci ufficiali, sta già lasciando strascichi pesantissimi. Se i tifosi dei Gunners hanno iniziato a bruciare le magliette del loro ormai ex capitano, c’è chi va giù in maniera ancora più pesante, come Emmanuel Eboue, ex terzino dell’Arsenal dal 2004 al 2011, ora al Galatasaray.

Eboue, ex compagno di squadra di Van Persie, avrebbe rilasciato sul suo profilo Twitter autentici siluri nei confronti dell’olandese, dichiarandogli guerra e definendolo “scimmia”. Tra i suoi virgolettati si legge: “Dichiaro guerra a Van Persie, senza ritirarsi nè arrendersi“. “Nessun rispetto, nessuna lealtà per una scimmia olandese. Mi dispiace ma non ho rispetto per un capitano che è fuggito da una nave stabile“. “Wenger l’ha fatto di nuovo: ha venduto ad ottimo prezzo un giocatore finito, il grande economista. Van Persie non sarà più lo stesso“. “Wenger è astuto, sapeva bene che Van Persie potrà giocare bene solo un’altra stagione e farsi i tre anni restanti dentro e fuori dal campo per gli infortuni. Ferguson è uno sciocco“.

Resta da verificare se l’account twitter in questione sia da ricondurre realmente e direttamente ad Eboue. In tal caso sarebbero pronte roventi polemiche ad alimentare ancor di più questa calda estate.

 

Redazione Social Football

 

Van Persie allo United è fatta, parla Wenger

Standard

Una delle telenovele di mercato di questa estate è finita. Robin Van Persie passa dall’Arsenal al Manchester United per 24 milioni di sterline (circa 30 milioni di euro). L’affare è stato ratificato ieri, dopo che per molto tempo, tante squadre, tra cui Juventus, Manchester City e Paris Saint Germain, avevano inseguito la forte punta olandese.

In attesa della prima giornata di Premier League che andrà in scena nel prossimo weekend, ha parlato l’allenatore dei Gunners, Arsene Wenger: “Confermo che ieri è stato portato a termine il trasferimento di Van Persie allo United. Non avevo scelta – ha dichiarato alla televisione francese – del resto aveva solo un anno di contratto e abbiamo monetizzato al massimo.” Il tecnico poi si è detto convinto della bontà dei sostituti: “sicuramente Giroud e Podolski non faranno rimpiangere Van Persie“.

Immagine

Redazione Social Football